Migranti soccorsi dalla Marina. Salvini: "Io non dò porti"

Share

"C'è una nave della Marina militare che in acque libiche ha raccolto 40 immigrati, io porti non ne do - ha detto - Perché in acque libiche?" A darne notizia e' lo stesso Salvini, che fa sapere subito che non intende concedere l'approdo in un porto italiano alla nave militare italiana. "Peraltro pattugliate dalla guardia costiera libica che ieri in pien Ramadan ha soccorso, salvato e portato indietro più di 200 immigrati".

Trap: Prigione non ha reso umile Moreno
Da allora Moreno ha fatto parlare di sé soprattutto per i suoi guai con la giustizia. "È stato un codardo come sempre". Che dire? Io lo reputo invece molto coraggioso (o folle) per essere tornato a difendere quell'arbitraggio.

Cagliari furioso, il ds Carli: "Rigore assurdo, il Var è una barzelletta"
Il Corriere dello Sport analizza la prestazione arbitrale di Chiffi , che ha diretto il posticipo Napoli- Cagliari . Mi rompe le scatole quando diventano protagonisti , ci sentiamo presi in giro da una decisione cervellotica .

Venezuela, telefonata Trump Putin. Accordo nucleare anche con la Cina
Abbiamo parlato di commercio, Venezuela, Ucraina, Corea del Nord, controllo degli armamenti nucleari e anche della 'bufala russa'. Durante lo scambio, Trump ha detto che gli Stati Uniti sono " al fianco del popolo venezuelano ".

"Quindi è vero che bisogna chiarire alcune vicende all'interno del governo", ha concluso Salvini, che ha parlato con i giornalisti a margine di un suo comizio elettorale in Piazza del Popolo a Pesaro. In ogni caso, ribadisce il ministro dell'Interno, "i porti sono chiusi". Il nuovo attacco da parte del ministro dell'interno alla sua collega arriva dalle Marche e riguarda il soccorso di alcuni migranti da parte della Marina italiana. Perché in acque libiche? Il pattugliatore Cigala Fulgosi - ricorda il ministero di via Venti settembre - è in attività nel Mediterraneo nell'ambito dell'operazione Mare Sicuro e per offrire protezione a nave Capri, l'unità italiana ormeggiata a Tripoli per dare sostegno alla cosiddetta "Guardia costiera libica".

Share