Michele Bravi, parla l’avvocato: "Sta male ma è innocente"

Share

"Ci sono rilevanti elementi di innocenza, in grado di dimostrare la sua estraneità alla determinazione del delitto".

Il cantante si è chiuso in un silenzio impenetrabile da quando ha avuto inizio la vicenda; molti quotidiani e testate hanno parlato di lui senza essere a conoscenza dei fatti. Il Michele di cui si parla è Michele Bravi, il cantante amatissimo già vincitore della settima edizione di X-Factor che ha visto la sua vita di splendido ventiquattrenne cambiare improvvisamente rotta e diventare un incubo. È il motivo per cui ritengo ci sia un'esigenza, soprattutto da un punto di vista umano, di fare chiarezza. Su Twitter nei mesi scorsi, Bravi aveva scritto ai molti ammiratori che soffrono per la sua assenza dalle scene: "Sto cercando di costruire piano piano la realtà". Commenti crudeli che compromettono ulteriormente il delicato equilibrio psicofisico di Michele Bravi, il quale, stando al legale, sta molto male in questo momento e il suo silenzio è stato proprio deciso per rispettare le persone coinvolte. Una cosa del genere segna moltissimo.

In un'intervista al Corriere della Sera, il legale ha parlato dell'incidente che si era verificato il 22 novembre 2018 e in cui era morta una donna. "Al momento del sinistro Michele Bravi non stava effettuando inversione ad U, bensì una svolta a sinistra per accedere ad un passo carraio".

Il legale ha poi smentito presunti patteggiamenti e spiegato quella che per la difesa sarebbe la vera meccanica dell'incidente. Un fatto confortato dalla Procura.

Palermo, Procura Figc chiede retrocessione in C e radiazione per Zamparini
La squadra di Delio Rossi , a una partita dalla fine del campionato, è terza a un punto dal Lecce . Ammesso anche il Benevento all'udienza come parte interessata.

IT: Capitolo Due, i palloncini rossi nel teaser poster
Trovate l'immagina poco più in basso, raffigurante due palloncini rossi tenuti nella mano di Pennywise che esce fuori dall'ombra.

Trap: Prigione non ha reso umile Moreno
Da allora Moreno ha fatto parlare di sé soprattutto per i suoi guai con la giustizia. "È stato un codardo come sempre". Che dire? Io lo reputo invece molto coraggioso (o folle) per essere tornato a difendere quell'arbitraggio.

Si era arrivato a parlare di un patteggiamento tra gli avvocati del cantante e i legali della vittima dell'incidente, così come si era diffusa la notizia di una limitazione della libertà di Michele come misura cautelare per il corretto svolgimento delle indagini. "Al momento dell'impatto, l'auto di Michele aveva superato la riga di mezzeria per circa la sua meta, mentre l'impatto è avvenuto in prossimità della portiera posteriore, lato guidatore". "Se la nostra richiesta non verrà accolta si andrà al procedimento penale che è un atto dovuto".

È loro compito stabilire le modalità che hanno provocato il sinistro, pure con riferimento alla velocità della moto ed ai tempi di reazione.

Terminate le indagini preliminari e raccolte tutte le prove del caso comincerà il processo a carico di Michele Bravi di cui l'avvocato ha intenzione di chiedere l'archiviazione. Nonostante diverse domande rimangano ancora irrisolte, l'avvocato di Michele Bravi sottolinea, ancora una volta, che allo stato attuale traspaiono evidenti elementi attestanti l'innocenza.

Share