Whrilpool a Napoli: "Non vogliamo chiudere. Stiamo cercando una soluzione"

Share

"Oggi, in virtù di un mancato rispetto dei patti, con l'annuncio della chiusura dello stabilimento di Napoli, il Ministro Di Maio revocherà gli incentivi pari a 15 milioni di euro", commentano così i parlamentari del Movimento 5 Stelle Terzoni e Romagnoli.

Whirlpool sostiene il "non disimpegno" da Napoli e la disponibilità a proseguire l'attività.

"Assistiamo a una surreale pagina della storia industriale del Paese - dichiarano il vicesindaco Enrico Panini e l'assessore al lavoro Monica Buonanno, che hanno partecipato al tavolo - Whirlpool arriva al tavolo del Mise sostenendo di non avere soluzioni, per poi finire chiedendo del tempo". Che auspicano l'immediato cambiamento di atteggiamento da parte di Whirlpool. Il grillino non ha voluto replicare alle dichiarazioni dell'esponente Pd. Di Maio, però, specifica Calenda, non sarebbe comunque responsabile della crisi, "che è una crisi di sovraproduzione".

Una ‘Barbie’ da… 40.000 euro, Barbara Bonansea affascina l’Italia
Anche se, in realtà, hanno confessato di ballarlo anche durante i ritiri e, come abbiamo potuto notare, anche dopo il match. Queste le parole di Paolo Rossi riportate da Tuttosport , a margine della mostra " Pablito great emotions" a Perugia.

Vincitore Grande Fratello 2019: sfida tra Enrico, Martina e Gennaro
Questa sera andrà in onda la finale del Grande Fratello , tanto aspettata sia dai concorrenti quanto dal pubblico. La nipote di Faber , a scoppio ritardato, non ha preso bene il pensiero di Onestini e ha perso il controllo .

Grecia-Italia, le formazioni ufficiali: Chiesa titolare con Belotti e Insigne
A centrocampo sempre più titolare Nicolò Barella , che affiancherà gli ormai intoccabili Verratti e Jorginho . Perché è Fabio Quagliarella , a oggi, il probabile titolare per la sfida di domani sera contro la Grecia .

Ci vuole meno di un'ora al vicepremier Luigi Di Maio per ottenere da Whirlpool due rassicurazioni: che non chiuderà il sito e che non si disimpegnerà da Napoli. Il capo politico del M5s è tornato così sui dossier economici rimasti in sospeso nel corso della campagna elettorale per le Europee. La trattativa riprenderà la settimana prossima con un nuovo incontro. "Segno - dice Calenda - che il ministero dello Sviluppo economico ha condotto in maniera disastrosa il confronto con l'azienda".

"L'azienda ha dato la massima apertura alle indicazioni del ministro Luigi Di Maio, a cominciare dalla settimana prossima siamo pronti a lavorare concretamente per trovare una soluzione che assicuri il massimo livello di occupazione e altrettanto assicuri la continuità dell'assetto industriale". Ma il timore dei sindacati è quello che un'eventuale vendita a terzi possa essere il primo passo verso la chiusura. "Il Governo deve fare applicare gli impegni che sono stati presi", avverte il segretario generale della Cgil Maurizio Landini, "capisco che se il Governo ha dato degli incentivi può anche decidere di toglierli ma il punto concreto è far applicare gli accordi per cui ha dato gli incentivi".

Share