Maturità: è scontro tra Montanari e Salvini, Bussetti media

Share

"È un bene che sia uscito il testo di Montanari". Lo dice Vittorio Sgarbi commentando la scelta di partire dal libro dello storico dell'arte Tomaso Montanari: "Istruzioni per l'uso del futuro", per svolgere la traccia "L'importanza del patrimonio culturale", proposta nell'ambito artistico-letterario tra quelle della tipologia B della prima prova dell'esame.

Un coro di polemiche contro Tommaso Montanari per un suo testo comparso tra le tracce per la Maturita2019. Politicamente è stato vicino ai 5 stelle, ma ostile alla Lega e a Salvini: nel 2016 Virginia Raggi lo ha chiamato a far parte della giunta comunale di Roma Capitale, nel ruolo di assessore alla Cultura ma lui ha rifiutato rendendosi però disponibile a far parte di un board di consiglieri per la cultura, che non si è mai costituita. Trovo indegno e gravissimo l'attacco del ministro dell'Interno a un professore universitario: "Salvini ha forse in mente di replicare il giuramento di fedeltà dei professori al regime?". Dio l'abbia in gloria, con Portesante e quel che ne consegue.

Luis Enrique dopo l'addio alla Spagna: "Grazie a tutti. Ho dovuto lasciare"
E' stata una decisione presa direttamente da Luis Enrique , che non smetteremo mai di ringraziare per il suo lavoro. Ad anticipare le ultime notizie sulla posizione del tecnico sono i media iberici, in particolare il quotidiano 'AS'.

Capello: "Ombre su Sarri? Pure a me capitò, ma poi vinsi io..."
Un giudizio il suo sul nuovo allenatore della Juve , con alcuni ricordi legati alla sua esperienza in bianconero. Secondo Fabio Capello il prossimo campionato italiano di Serie A potrebbe essere più equilibrato.

Sgambato, nuova Responsabile scuola del PD. Zingaretti vara nuova segreteria, proteste
Sulla stessa linea anche la senatrice Simona Malpezzi: "Dicevano 'partito unitario' nel 'rispetto del pluralismo'". Vedo un'unica matrice identitaria in un partito che è nato per valorizzare i riformismi.

"Ma tutto questo è assai difficile da capire - prosegue - perché oggi la storia dell'arte non è più un sapere critico, ma un'industria dell'intrattenimento 'culturale' (e dunque fattore di alienazione, di regressione intellettuale e di programmatico ottundimento del senso critico)". Lo stesso Montanari ha poi risposto direttamente a Salvini, contattato dall'Agi: "Sono senza parole". Ha scritto numerosi saggi - 'A cosa serve Michelangelo?' (Einaudi 2011), 'La madre dei Caravaggio è sempre incinta' (Skira 2012), 'Le pietre e il popolo' (minimum fax 2013), 'Istruzioni per l'uso del futuro.

Per Montanari il patrimonio culturale rappresenta le fondamenta della democrazia del futuro, qualcosa che rende liberi utilizzando il passato per la più esatta costruzione del presente. Secondo i giornali, il MIUR avrebbe scelto di portare sui banchi di scuola un saggio sul patrimonio culturale italiano tangibile e intangibile, un abecedario della cittadinanza che si propone di comprendere e segnalare alcune best practice per la costruzione di un passato condiviso che sia chiave di comprensione e vissuto del futuro comune. L'esperienza al CorSera si è chiusa in maniera controversa per divergenze sulla linea editoriale, dopo aspre critiche rivolte da Tomaso Montanari a Matteo Renzi, allora sindaco di Firenze. Così il ministro dell'Istruzione, Marco Bussetti, a 'Un giorno da Pecora', ha risposto ai conduttori che gli chiedevano un commento sulla scelta di un testo di Tomaso Montanari per il tema di maturità, dal momento che lo scrittore è considerato appartenente alla corrente di sinistra.

Share