Sono partiti i saldi estivi: super sconti nei negozi e on line

Share

Al via da questa mattina i saldi estivi in tutto il territorio ligure. Anche i negozianti di Imperia si sono attrezzati per la febbre dello shopping prevista nel primo giorni di offerte e sconti fino al 70% esponendo i cartelli con le scontistiche sulle vetrine e i cartellini dei capi con il doppio prezzo, quello originario e quello "saldato". Secondo le stime dell'Ufficio Studi di Confcommercio, quest'anno per l'acquisto di capi scontati ogni famiglia spenderà in media poco meno di 230 euro - circa 100 euro pro capite, per un valore complessivo intorno ai 3,5 miliardi di euro.

Secondo il Presidente di Federazione Moda Italia/Confcommercio, Renato Borghi "le vendite di primavera sono letteralmente saltate, creando una condizione di disastro economico per le imprese e sarebbe legittimo invocare lo stato di calamità per il settore che è fortemente condizionato dalla stagionalità insita nei prodotti di moda". Per questi saldi estivi FederModaMilano stima sconti medi del 30-40% con una spesa media di 150 euro per una spesa complessiva di 440 milioni di euro. Un ruolo determinante nelle vendite sarà giocato dall'incertezza delle famiglie riguardo il futuro e dalla partenza di molti italiani per le vacanze in questi weekend di luglio: per questo motivo molte città hanno deciso di anticipare l'inizio dei saldi e sono attesi sconti fino al 50% sin dai primissimi giorni per incentivare i clienti. Non è vero che i capi in saldo non si possono cambiare. Il negoziante è obbligato a sostituire l'articolo difettoso. Per quanto riguarda il difetto di conformità il consumatore può denunciarlo al venditore entro il termine di due mesi dalla data in cui ha scoperto il difetto. In questo caso scatta l'obbligo per il negoziante della riparazione o della sostituzione del capo e, nel caso ciò risulti impossibile, la riduzione o la restituzione del prezzo pagato. Prodotti in vendita: i capi che vengono proposti in saldo devono avere carattere stagionale o di moda ed essere suscettibili di notevole deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo. Eviterete di mangiarvi le mani. A volte basta un giro in più per evitare l'acquisto sbagliato o per trovare prezzi più bassi.

Читайте также: Ue, Conte: "Mi piacerebbe presidente della Commissione donna"

- Valutate la bontà della merce guardando l'etichetta che descrive la composizione del capo d'abbigliamento (fibre naturali o sintetiche, lino o cotone...). Pagare un prezzo alto non implica che sia un prodotto di qualità. Alcuni negozianti hanno infatti l'abitudine di ritoccare il prezzo vecchio così da alzare la percentuale di sconto ed invogliare maggiormente all'acquisto.

- Ogni prodotto direttamente esposto in vista al pubblico, ovunque collocato, deve indicare in modo chiaro e ben leggibile il prezzo di vendita al pubblico, mediante l'uso di un cartello o con altre modalità idonee allo scopo. Controllate che fra la merce in saldo non ce ne sia di nuova a prezzo pieno. La merce in saldo deve essere separata in modo chiaro dalla "nuova".

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2019 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Share