Il dossier dell’ambasciatore britannico negli Usa contro Trump

Share

Lo ha evidenziato il portavoce del premier britannico. Colpa di un incauto servizio sulla vittoria degli Stati Uniti ai Mondiali di calcio femminili in Francia: l'inviato si è collegato da un pub, da dove è partito un coro "F. Trump" che è stato mandato in onda senza censura. Non conosco l'Ambasciatore, ma non è apprezzato negli Stati Uniti. "Le dissi come si doveva fare ma ha deciso di fare diversamente", twitta, dando poi il benservito l'ambasciatore britannico in Usa Kim Darroch.

Usa, procuratore chiede al "Chapo" la restituzione di 12,6 mld $
Inoltre, avrebbe aggiunto che il governo americano non ha mai identificato un centesimo di questi 12,6 miliardi richiesti. La sentenza è prevista per il 17 luglio: per lui si profila l'ergastolo.

Roma, rinnovo El Shaarawy: il Faraone chiede 4 mln, c'è distanza
Che avrà da fare anche con il Faraone la cui richiesta balla intorno ai 4 milioni contro un'offerta di 2,7 più bonus. Ma in Cina hanno seriamente intenzione di sfruttare al massimo i giorni da qui alla chiusura del 31 luglio.

Libia, raid aereo su centro detenzione migranti: "Almeno 40 morti"
Almeno 40 persone sono morte e 80 rimaste ferite in un raid aereo che ha colpito un centro di detenzione per migranti illegali a Tagiura , vicino Tripoli .

L'ambasciatore nei suoi rapporti invitava inoltre la diplomazia britannica a ricordare che Trump è interessato in primo luogo ai suoi interessi nazionali, a prescindere dalle sue dichiarazioni più diplomatiche e accomodanti con i suoi più stretti partner internazionali, come il Regno Unito. "E' ovvio che l'intera vicenda è deplorevole", ha riferito il funzionario dell'ufficio del premier britannico, le cui parole sono state riportate dalla Reuters. Secondo Hunt, "in questo edificio ci saranno molte persone che non concordano con quel suo punto di vista". Il Foreign Office non smentisce i dispacci di Darroch, affermando "che l'opinione pubblica britannica si aspetta dai nostri ambasciatori di assicurarci una onesta valutazione senza fronzoli della politica" del Paese in cui sono stati inviati. "Ho detto - ha concluso il ministro degli Esteri - che penso che l'amministrazione sia molto efficace e noi abbiamo la relazione più forte ed una partnership basata sulla condivisione di valori comuni".

Share