La destra stravince in Grecia, finisce l'era Tsipras - Grecia

Share

Lo ha reso noto l'ufficio del premier uscente. La difficolta' della sfida - gli effetti della crisi si sentono ancora pesantemente nel Paese - non impedisce a Mitsotakis di professare "una piena fiducia nella nostra capacita' di rispondere alle condizioni presenti". "Lavorerò duramente, per tutti i greci e le greche, anche per quelli che non ci hanno votato". A detta dell'uomo che ha messo fine all'era Tsipras - che pure era riuscito, con tagli e riforme dolorose, a scongiurare il default del Paese - la Grecia deve ritrovare tutto il suo "orgoglio": dunque abbassamento delle tasse, riforme a favore della classe media, allentamento dei tagli.

Tale sistema ha garantito una certa governabilità negli ultimi anni, anche se vi sono stati diversi governi di coalizione. Mitsotakis ha guidato l'opposizione al governo Tsipras con una linea dura, che ha permesso al suo partito di riunire gli elettori di centrodestra e di conquistarne di nuovi alle elezioni europee, raggiungendo il 33,1%. Le forti critiche di Mitsotakis nei confronti del premier e di Syriza sono state il segno distintivo di una campagna elettorale mirata alla ricerca di consensi in modo trasversale, con ND che ha assunto un profilo più moderato e si è data l'obiettivo di ottenere una maggioranza netta per formare il nuovo governo.

Il partito di estrema destra Golden Dawn, fondato da sostenitori neonazisti, è caduto dal parlamento con appena il 2,95 percento dei voti, appena sotto la soglia del 3 percento necessaria per entrare in parlamento: un enorme calo di sostegno per un partito diventato il terzo più grande nella legislatura greca durante la crisi finanziaria del paese.

Читайте также: Amore ad alta quota, proposta in volo alla fidanzata-hostess: "Mi vuoi sposare?"

All'indomani del voto greco Nicola Fratoianni di Sinistra italiana, commenta in una nota: "Alexis Tsipras resta uno dei protagonisti degli ultimi anni della politica europea". Syriza ha invece preso il 31,53% (86 seggi). In Parlamento anche il partito dell'ex ministro dell'economia Yanis Varoufakis MeRA25, che ha raccolto il 3,44% per un totale di 9 seggi. A sua volta, Samaras si trovò poi costretto a chiedere elezioni anticipate nel gennaio 2015, dopo i ripetuti tentativi a vuoto per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica. Nella vita delle famiglie gli effetti della ripresa non si sono ancora sentiti piu' di tanto. Mitsotakis rappresenta la quarta generazione di una dinastia di politici: suo padre, Konstantinos Mitsotakis, e' stato primo ministro tra il 1990 e il 1993, la sorella maggiore, Dora Bakoyannis, e' stata la prima donna sindaco di Atene nonche' ministro degli Esteri negli anni 2000.

Sicuramente, la crescita del partito di centrodestra ha come protagonista il suo leader Kyriakos Mitsotakis. Si prevede di avere 10 posti nel nuovo parlamento.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2019 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Share