Salvini arriva a Mineo, protesta dei lavoratori del CARA

Share

Intervenendo a Caltagirone, all'inaugurazione dei nuovi locali del Commissariato di Pubblica Sicurezza e del Distaccamento della Polizia Stradale, il ministro dell'Interno ha spiegato che "alcune indagini hanno portato alla luce fattispecie evidenti di mafie non solo italiane, ma anche nigeriane che dal Cara di Mineo si sono allargate come potenza operativa dello spaccio su tutto il territorio". Ferrera e Odevaine sono indagati anche per falso ideologico per l'assunzione di quest'ultimo al Cara di Mineo come esperto di fondi Ue. "Però l'obiettivo è che non rimanga un deserto".

"Sul Cara siamo passati dalle parole ai fatti".

Читайте также: Pace fiscale, rottamazione e saldo a stralcio fino al 31 luglio

La nota è stata diramata dal responsabile organizzativo del Carroccio Massimo Gionfriddo e riguarda il duplice appuntamento che vedrà protagonista il ministro degli Interni Matteo Salvini nell'Isola.

"Contiamo su una soluzione ragionevole. Quindi se tutti usano il buon senso, qua si tornerà a produrre". La struttura fu individuata nel 2011 dall'allora premier Silvio Berlusconi e dal Ministro Roberto Maroni, che decisero di ospitare lì i migranti nel corso della "primavera araba". "Al suo ingresso una delegazione di dipendenti ed ex lavoratori del Centro accoglienza richiedenti asilo più grande d'Europa ha protestato utilizzato fischietti ed esposto uno striscione con la scritta 'Lasciati in mutande". Al primo arrivo di 'ospiti' una decina di sindaci si schierò, indossando la fascia tricolore, contro il trasferimento di migranti che erano sbarcati a Lampedusa. Nel Cara hanno lavorato diverse fino a 500 persone di persone, creando mille posti di lavoro nell'indotto. La sua apertura ha creato contrasti sul territorio tra chi sosteneva che la sua presenza era occasione, oltre che di integrazione, di sviluppo e occupazione e chi, invece, ne ha sempre chiesto la chiusura per motivi di sicurezza del territorio. La struttura è stata al centro di 'fari' accesi, ciascuno per propria competenza, dalle Procure di Caltagirone e di quella Distrettuale di Catania. L'udienza è slittata al 4 dicembre per lo sciopero degli avvocati penalisti.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2019 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Share