Bianca Devins, l’influencer uccisa dal fidanzato. Cosa è successo: la videoscheda

Condividere

La fine orribile di Bianca Devins, 17enne americana e star emergente di Youtube: la ragazzina di Utica è stata massacrata dal fidanzato Brandon Clark, 21 anni, che l'ha sgozzata, decapitata e mutilata pubblicando poi le foto terrificanti del cadavere sul social network.

A scatenare la furia omicida di Clark sarebbe stato un violento litigio scoppiato tra i due sabato sera, dopo aver assistito a un concerto. Il giovane ha pubblicato le foto del corpo mutilato della ragazza su Instagram. Infatti non molto dopo al 911, il numero di emergenza americano corrispondente al nostro 113, è giunta una telefonata del giovane che annunciava di aver ucciso Bianca e di esser e deciso a farla finita.

Eros Ramazzotti parla di Marica Pellegrinelli dopo la separazione
Nei mesi scorsi Eros Ramazzotti , nel pieno del suo tour , è ricorso ad un intervento alle corde vocali in Germania. Il cantante ha precisato che Marica Pellegrinelli è una donna fantastica oltre a una bravissima mamma .

Sarcina choc sulla moglie: "Mi ha tradito con Scamarcio"
Rimane un'incognita se ai tempi, Scamarcio abbia instaurato una relazione sentimentale con l'ormai non più coniuge dell'amico. Clizia resta la donna che mi ha dato una figlia meravigliosa e che ho profondamente amato", continua Sarcina .

MIHAJLOVIC, Ho la leucemia ma non ho paura
Nessuno di noi deve pensare di essere indistruttibile , bisogna fare prevenzione e stare attenti alla salute. Ho passato tutta la notte a riflettere e a piangere ." . "Non sono lacrime di paura , so che la vincerò ".

Bianca Devins era una influencer, i suoi profili avevano raggiunto circa i 35 mila followers, ma cosa è successo nelle scorse ore? e chi era Bianca? Seguendo il segnale dello smartphone gli agenti hanno rintracciato il 21enne in un bosco, con la gola tagliata, ma sono riusciti a fermare l'emorragia e lo hanno fatto trasportare d'urgenza in ospedale. Il corpo decapitato della ragazza è stato trovato a pochi metri dell'auto del fidanzato, ha precisato il sottotenente Bryan Coromato del dipartimento di polizia del sobborgo newyorkese. A confermare l'identità la sorella Liv in un post: "Odio dover scrivere questo". Accanto a lui il corpo della 17enne, per cui non c'era più niente da fare. Eri la migliore sorella che qualcuno avrebbe mai potuto chiedere. "Grazie per essere stata sempre con me". "Siamo impegnati a migliorare e ad evitare che fatti del genere si ripetano". "Nel frattempo, i nostri pensieri vanno alla famiglia di Bianca e ai suoi cari".

Condividere