Hong Kong, migliaia di manifestanti all'aeroporto: cancellati tutti i voli

Share

Le manifestazioni a Hong Kong proseguono da settimane per protestare contro la crescente influenza di Pechino sull'ex colonia britannica, rientrata nell'orbita cinese nel '97.

Secondo la Cnn poco prima delle 13 italiane e delle 19 per l'ora locale, alcuni dei manifestanti all'interno dell'aeroporto di Hong Kong hanno iniziato a lasciare lo scalo, per i timori di un possibile intervento della polizia. La decisione di cancellare tutti i voli in partenza e in arrivo è stata presa dopo che i manifestanti sono entrati nei terminal degli arrivi per continuare la protesta, ostacolando le operazioni di check-in.

L'autorità aeroportuale ha inoltre consigliato al pubblico di evitare viaggi verso l'aeroporto, a causa della congestione del traffico e dei parcheggi pieni. Un sit-in è stato organizzato, attraverso i social media, dopo la diffusione di un video in cui si vedono alcuni agenti picchiare un manifestante nell'ennesimo weekend di manifestazioni. L'invasione dell'aeroporto da parte di 5mila persone ha comportato dunque la cancellazione di tutti i voli in ingresso e in uscita. Tra quelli che stanno lasciando lo scalo, molti hanno riferito che stanno cercando di tornare a casa.

Mourinho ironico: "Per la Premier quattro squadre in corsa". Ma la quarta…
Ogni singolo giorno rievochiamo ricordi, chiacchieriamo, ci preoccupiamo di come stiamo, ci supportiamo sempre. In campo poche parole, tanti abbracci, tanta emozione. "Mi conosco bene e so perché ho fatto quella scelta".

Anche il fisco italiano chiede i dati dei clienti a Ubs
Si tratta della prima domanda raggruppata dall'Italia, ha osservato l'avvocato ticinese Giovanni Molo, ai media del gruppo editoriale TamediaLink esterno .

M5S Vda, crisi voluta da Salvini
E il bello è che Giggetto è riuscito a fare tutto con le sue manine e non può incolpare altri che sé stesso. Si chiedono cosa succederà adesso? Matteo Salvini non ha tempo da perdere.

Le proteste nel territorio semiautonomo cinese sono iniziate il 9 giugno, contro il disegno di legge che prevede le'stradizione in Cina per i sospettati di reati penali.

I manifestanti hanno appeso cartelli e volantini per tutto l'aeroporto, con scritte come: "Scusate per l'inconveniente, ma stiamo lottando per la sopravvivenza!", oppure: "Vergogna per i poliziotti" e ancora: "Non biasimate noi!" E ha aggiunto che "li hanno attaccati più volte con strumenti estremamente pericolosi" e che "hanno già commesso crimini molto violenti e adesso stanno mostrando atteggiamenti terroristici". Centinaia di persone si sono riunite nel planetario del museo dello Spazio di Hong Kong per alzare in aria i loro puntatori di tutti i colori, in un magico gioco di luci.

Share