Si aggravano le condizioni di Correa, ora è in coma indotto

Share

Si sono aggravate le condizioni di Juan Manuel Correa, il pilota americano di Formula 2 coinvolto nell'incidente sul circuito belga di Spa in cui il 31 agosto ha perso la vita il francese Antoine Hubert. Dopo il trasferimento a Londra in una struttura dedicata per cominciare la riabilitazione, Correa ha accusato una crisi respiratoria e si trova ora in coma indotto in terapia intensiva.

A darne la notizia sono stati i genitori del pilota statunitense, Juan Carlos e Maria, in una nota diffusa alla stampa. "Prima di tutto, vogliamo ringraziare a nome di nostro figlio tutti coloro che, sia all'interno che al di fuori della comunità del motorsport, hanno inviato messaggi di pronta guarigione. Siamo fiduciosi del fatto che Juan Manuel possa leggerli una volta tornato ad utilizzare i suoi canali social".

Rovesci e temporali: allerta meteo gialla per rischio idrogeologico
Il mare si presenterà molto mosso, temporaneamente mosso sotto costa durante le ore centrali della giornata. In ogni caso, tali fenomeni tenderanno ad esaurirsi nel prosieguo del pomeriggio stesso.

Australia: donna uccisa da un gallo
L'anziana signora stava raccogliendo le uova quando il volatile ha perforato la vena della sua gamba. Una donna è deceduta dopo essere stata ferita mortalmente dal suo gallo .

La prima, dolorosa, di Leclerc con la Ferrari
Gli altri due gradini del podio vanno alle Mercedes , con Hamilton davanti a Bottas . Charles Leclerc ha trionfato nel Gp del Belgio .

Di seguito riportiamo il comunicato della famiglia in merito alle condizioni di Correa: "Col passare del tempo, sono comparse nuove complicazioni a seguito del forte impatto che ha subito sabato in Belgio". Al suo arrivo a Londra gli è stata diagnosticata una sindrome di stress respiratorio acuto considerata comune in incidenti come questo. Sfortunatamente, questa lesione ha causato una grave insufficienza respiratoria, che ha reso necessario il suo ricovero in terapia intensiva, in coma indotto e attaccato al respiratore artificiale. Juan Manuel è in condizioni critiche, ma stabili.

Al momento, chiediamo cortesemente che la nostra privacy e i nostri spazi, vengano rispettati. Come famiglia, dobbiamo rimanere uniti ed essere al 100% lì per Juan Manuel. "I nostri cuori sono spezzati e possiamo solo immaginare il dolore che questa perdita ha portato loro". Un'operazione all'Ospedale di Liegi aveva ricomposto i danni, scongiurando il rischio dell'amputazione di entrambi i piedi.

Share