Terribile incidente in Formula 3, Peroni decolla alla Parabolica

Share

La vettura, però, dopo averlo preso in pieno, è stata letteralmente sollevata dall'asfalto ribaltandosi nella carambola e finendo sulle barriere; a salvare Peroni ha contribuito in maniera decisiva l'Halo che ha attutito il colpo.

Momenti di paura per Alex Peroni, il pilota coinvolto in un brutto incidente sulle piste dell'autodromo di Monza mentre stava correndo il Gran Premio d'Italia. L'australiano ha rischiato grosso, dopo aver compiuto diversi avvitamenti e rischiando anche di finire contro i commissari di percorso, che hanno osservato la scena incolumi. La sua monoposto, progettata dalla Dallara, si è scontrata con le barriere di protezione che delimitano la pista. Il pilota, dopo un paio di minuti di paura, ha lasciato la macchina sulle sua gambe, probabilmente salvato dall'halo dell'auto.

Carolina Stramare, ecco chi è la nuova Miss Italia!
Modella, e appassionata di equitazione, con i suoi occhi verdissimi e i lunghi capelli castani ha conquistato tutti. Particolarmente acclamata e ben accolta la Colombari, che, bellissima, ha sfilato con un incantevole abito fucsia.

Gp Belgio, pole Leclerc e prima fila Ferrari
Ma, come spesso ripeto, in formula 1 quel che appare scontato sovente non lo è. La corsa di Spa, ovviamente non è ne decisa ne determinata.

Tutti gli "sgarbi" subiti da Icardi: ecco le accuse di Mauro all'Inter
Sicuramente troveremo un avversario molto agguerrito. "Non è questione di risolvere, non è un problema - aggiunge Marotta -". Stasera, però, voglio dare spazio ai ragazzi che scenderanno in campo, ai tifosi ed ai dirigenti nerazzurri".

Spaventoso incidente durante la gara di Formula 3 all'Autodromo di Monza. Mentre si apprestava a percorrere la curva Parabolica, infatti, la sua auto si sarebbe scontrata con il dissuasore.

Il pilota australiano è salito comunque sulla vettura dei medici per gli opportuni controlli. Tornando alla cronaca della corsa, il vincitore è stato Robert Schwartzman, davanti a Marcus Armstrong e Jehan Daruvala.

Share