Versiamo acque radioattive Fukushima in mare. La proposta shock

Share

La società Tokyo Electric Power, che gestisce la centrale nucleare giapponese di Fukushima, gravemente danneggiata dal sisma e dallo tsunami di marzo 2011 - uno dei disastri nucleari più gravi mai registrati dopo l'incidente di Chernobyl -, sverserà acqua radioattiva direttamente nell'Oceano Pacifico. A renderlo noto è stato il ministro dell'Ambiente Yoshiaki Harada, sottolineando che si tratta dell'unica opzione possibile. "L'unica soluzione è quella di versarla in mare e diluirla", ha dichiarato il ministro durante una riunione a Tokyo. "Tutto il governo ne discuterà, ma vorrei offrire la mia semplice opinione", ha aggiunto. Harada non ha specificato quanta acqua contaminata dovrebbe essere riversata nell'Oceano.

L'acqua contaminata è attualmente trattenuta all'interno di quasi 1.000 serbatoi nel sito di Fukushima, e lo spazio finirà entro il 2022. Il governo del Giappone non ha ancora deciso come liberarsi dell'acqua, e non sarà presa alcuna decisione fin quando non verrà consegnata una relazione da un gruppo di esperti. L'Advanced Liquid Processing Systems (ALPS) avrebbe dovuto rimuovere tutte le sostanze radioattive tranne il trizio, un isotopo radioattivo dell'idrogeno relativamente poco dannoso che è molto difficile separare dall'acqua. Altre possibilità sono l'evaporazione dell'acqua, la "sepoltura" dei serbatoi o lo stoccaggio a lungo termine in taniche praticamente inattaccabili, finché la radioattività del trizio, che ha un'emivita di 12,3 anni, non sarà pari a un millesimo di quella originaria.

Confagri: bene Gentiloni commissario Ue, scelta di alto profilo
Gli altri vice-presidenti, oltre al già citato Borrell, sono Věra Jourová, Margaritis Schinas , Maroš Šefčovič, Dubravka Šuica. La von der Leyen ha voluto formare una commissione equilibrata, composta da 13 donne e 14 uomini.

Governo: al via voto M5s su Rousseau
Conte dovrebbe salire ufficialmente al Colle domani mattina , presentando la lista dei ministri e sciogliendo così la riserva. Il sistema Rousseau ha deciso: vince il sì al governo Conte bis e soprattutto all'alleanza Pd-M5S.

Meteo: le previsioni per domani, mercoledì 4 settembre
Nella giornata odierna l'instabilità si concentrerà sia sulle regioni settentrionali che al sud . Migliora invece sul Nord Ovest e sul resto delle regioni tirreniche.

Qualsiasi via libera per scaricare l'acqua radioattiva in mare, tuttavia, potrebbe risultare non accettabile per i vicini come la Corea del Sud, che già il mese scorso aveva convocato un alto funzionario dell'ambasciata giapponese per farsi spiegare e ricevere garanzie su come sarebbe stata gestita l'acqua di Fukushima. Si stima che ci vorranno 17 anni perché questa contaminazione radioattiva sia abbastanza diluita per raggiungere un livello sicuro.

Il Giappone è stato sottoposto a nuove pressioni per affrontare il problema dell'acqua contaminata prima che Tokyo ospitasse le Olimpiadi e le Paralimpiadi la prossima estate.

Share