Stati Uniti: Trump silura un suo importante consigliere

Share

"Penso che sia andato oltre ogni limite", ha detto Trump senza dare ulteriori dettagli sulla sostanze delle controversie. Bolton era diventato consigliere per la Sicurezza Nazionale dopo l'uscita di Micheal Flynn, coinvolto nello scandalo Russiagate.

Si prospetto dunque, a detta del presidente, regole severe e normative adeguate entro e non oltre le prossime due settimane; nel mentre la FDA sta già redigendo norme per l'eliminazione totale entro trenta giorni di tutte le aromatizzazioni accattivanti, escluse quelle al tabacco, compresi mentolo o menta. L'obiettivo sarebbe appunto quello di instaurare un regime politico favorevole agli Stati Uniti. Sostiene invece che l'America debba assolutamente puntare sul proprio potere militare per risolvere le vicende problematiche all'estero. A detta del consigliere per la sicurezza, Trump poteva lo stesso mantenere la promessa di ritirare le truppe dall'Afganistan senza "familiarizzare troppo" con un'organizzazione che resta responsabile della morte di migliaia di americani negli ultimi diciotto anni.

Nel caso specifico della nomina di Bolton, pare che abbia avuto un peso notevole l'amicone di Donald, Sheldon G. Adelson: un miliardario ottantaseienne che si vanta di essere "il King del casino".

La crisi politica in Venezuela è cominciata il 21 gennaio, quando sono iniziate proteste di massa in Venezuela contro l'attuale presidente del paese, Nicolas Maduro. In quell'occasione Bolton accusò Kim Jong-un di aver violato alcune risoluzioni delle Nazioni Unite con i suoi lanci missilistici a corto raggio. "Che disastro, e lo stava usando per fare un accordo con la Corea del Nord?", ha proseguito. "C'è solo Trump e i suoi capricci".

Serie A, cresce la spesa per gli ingaggi: tutte le cifre
A rivelarlo sono gli ultimi documenti di Football Leaks pubblicati dalla rivista tedesca Der Spiegel . Tale contratto avrà durata fino al 2026. " Non commentiamo i contratti degli atleti ".

ECA, Domani anche i viola tra i membri ordinari
I nostri devono entrare in campo arrabbiatissimi, concentratissimi, come se si giocassero la partita dell'anno . Quindi è difficile lasciare fuori i migliori e per questo non si possono attribuire degli errori ad Ancelotti.

Emre Can, passo indietro: "Grato alla Juventus, sosterrò i compagni"
Per rispetto del club e dei tifosi, il quale successo è sempre stata la mia priorità, non dirò nulla di più e continuerò a lottare sul campo.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha spiegato oggi di aver chiesto le dimissioni di John Bolton perché non condivideva "le sue tattiche e le sue idee". Bolton però non lascia il suo incarico a mani vuote.

Secondo fonti della Bbc, Bolton "operava separatamente dal resto della Casa Bianca" e non chiedeva quali erano le priorità del presidente ma inseguiva le proprie, entrando in conflitto anche col Pentagono.

"Ho informato John Bolton ieri sera che i suoi servizi non sono più necessari alla Casa Bianca".

Share