429 euro per spaghetti e acqua, stangata per due turiste giapponesi

Share

La Polizia Municipale ha imposto la chiusura al bar ristorante Antico Campo di Marte, il locale che nei giorni scorsi era finito nella bufera per il salatissimo conto presentato a due turiste giapponesi che avevano preso due piatti di pesce: 349,80 euro per le pietanze più 80 euro di mancia, per un totale di 429,80 euro.

Il titolare del ristorante di via Banco di Santo Spirito ha provato a fare chiarezza e a mettere a tacere le polemiche.

Lo scontrino è stato poi pubblicato su Facebook, scatenando un "contenzioso social" tra giapponesi e italiani. Perchè elargire una cifra così alta se si ritiene troppo alto il prezzo? "D'altronde, da noi il pesce è fresco: il cliente lo sceglie al bancone, noi lo pesiamo e lo cuciniamo", ha raccontato Jin al Messaggero.

Forse le turiste non hanno gradito il pranzo e hanno voluto vendicarsi?

Joker istiga alla violenza? Warner Bros. risponde alle accuse
In queste ore c'è tanta polemica attorno a Joker , nuovo cinecomic DC con Joaquin Phoenix protagonista. Vi ricordiamo, infine, che Joker farà il suo debutto il 4 ottobre in tutte le sale italiane.

Vittorio Grigolo sospeso dalla Royal Opera House: "Presunto incidente"
Su Grigolo nessun altro dettaglio dalla Royal Opera House , ne commenti dall'entourage del tenore . Ha collaborato con diversi teatri e istituzioni.

Il vestito chemisier di Meghan Markle è l'abito perfetto per l'autunno 2019
Il principe Harry è pazzo di lei e si vede, basta uno sguardo e si capiscono, camminano tra la folla in festa senza perdere mai il sorriso.

Ma, se fosse tutto confermato, non si tratterebbe di una assoluta novità: pochi mesi fa fece molto rumore il caso di un gruppo di turisti che, per 6 piatti di calamari a Mykonos, pagò una cifra di 836 euro.

Altri si lamentano invece del mancato intervento delle autorità competenti.

"Una vergogna, occorre verificare se vi è stata una truffa", scrive un utente.

"La proprietà ha già precisato la propria disponibilità a produrre alle autorità che ne facciano richiesta, i documenti giustificativi fiscali/amministrativi relativi alla transazione (pre conto e scontrino fiscale) dal cui esame ben potrà essere rilevata la specificità di quando consumato - sottolinea l'avvocato Scorza - Al contempo, lo scrivente studio legale, ha ricevuto mandato di porre in essere le opportune azioni a tutela dell'immagine e della reputazione professionale, con riserva di richiedere i danni patrimoniali e non conseguenti alla lesione ed al pregiudizio arrecato all'attività economica". Come la vicenda degli spaghetti d'oro, pagati 695 euro al ristorante "Il Passetto", vicino a piazza Navona, o gli 81 euro per due hamburger e due caffè consumati in un locale in zona San Pietro.

Share