Ibrahimovic: "Elliott deve investire, ma non sembra che abbia voglia"

Share

"Sarebbe bello essere allenato ancora da Ancelotti". Così Zlatan Ibrahimovic nel corso di una intervista a Sky Sport, a margine della presentazione di una statua a lui dedicata a Malmoe.

Segui la MLS in diretta streaming su DAZN " Sarei ancora pronto per la Serie A? Ho avuto la fortuna di conoscerlo e lavorarci, mi dispiace che sia durato solo un anno, volevo più anni con lui. La Juventus sta facendo grandi cose, è il simbolo del calcio italiano, anche per i calciatori e per le individualità che ci sono in squadra.

"Ho un bel rapporto con Carlo, è un grande allenatore ma soprattutto è una grande persona". Credo che l'Inter sta facendo grandi cose con un tecnico che sta spingendo, ma non è al livello la Juventus. Vedremo che opportunità ci saranno, ma non avrei problemi.

Inter Juventus, le emozioni di De Ligt: "Partita che attendevo con ansia"
Infine sul modulo, Sarri ha concluso: "Ad Empoli sono partito con un modulo e ho poi fatto un ciclo con un altro modulo". Buona partenza? Secondo me abbiamo ancora margini di miglioramento, dobbiamo andare a trovarli piano piano .

Roma - Cagliari, Mentana condanna Petrachi: "Piagnisteo inaccettabile"
Incredibile, Ancora una volta", ha scritto ancora. "Vorrei che l'episodio non togliesse il merito a questi ragazzi". Faccio riferimento al primo tempo, quando abbiamo preso il calcio di rigore, fallo di Diawara fuori area.

Italia, Mancini chiama quattro nerazzurri per le sfide a Grecia e Liechtenstein
Il terzino destro Giovanni Di Lorenzo è stata una delle sorprese più positive di questa prima parte della stagione del Napoli . Roberto Mancini ha diramato l'elenco dei convocati per il doppio impegno dell'Italia contro Grecia e Liechtenstein .

Infine, ecco cosa Ibrahimovic pensa della nuova statua costruita in suo onore in Svezia. Sono molto contento, non sembra neanche reale ma lo è.

Non che ce ne fosse bisogno per sancire la sua stellare carriera, ma una statua ha certamente un significato ben specifico che lo proietterà per sempre nella storia della Svezia e della sua Malmö. Queste le parole dell'attaccante: "Il mondo adesso è un posto migliore e più pericoloso".

Share