Rummenigge: "L'esonero di Ancelotti? Forse dovevamo aspettare"

Condividere

L'esperienza internazionale più "sfortunata" della sua carriera è stata quella al Bayern, durata solo un anno e conclusasi con l'esonero (nonostante due Supercoppe di Germania e un trionfo in Bundesliga).

Juventus, Bonucci svela: "Anche io vittima del bullismo"
Ma: "Non mi sono fatto mettere i piedi in testa e ho avuto la freddezza e il coraggio di scappare, raggiungendo i miei amici.

Tina Cipollari, la dieta va a gonfie vele: quanti chili ha perso
Sono dei consigli in generale sull'alimentazione. " Si sta impegnando moltissimo " ha detto la naturopata . Tina quindi si è pesata nella puntata di Uomini e Donne di oggi.

Meteo: arriva il freddo polare sull’Italia
Dopo il brusco cambiamento della scorsa settimana, con le piogge , i temporali forti e il calo repentino delle temperature. In genere le temperature scenderanno lievemente al Nord , saranno invece stazionarie al Centro e al Sud .

Dal palco del Teatro Sociale di Trento, l'ex presidente dell'Inter Ernesto Pellegrini ha spiegato cosa lo portò a scegliere Karl-Heinz Rummenigge come primo grande acquisto della sua era da patron nerazzurro: "Volevo presentarvi al tifo con un grande giocatore e ho pensato subito a Kalle; non ci sono stati altri giocatori all'infuori di lui". Esonero? Quasi quasi mi veniva da piangere. Il tedesco ha vestito la maglia nerazzurra per tre stagioni: "Oggi vedo bene l'Inter, ha avuto una partenza buona". Conte sta facendo un ottimo lavoro, è stato capolista fino a domenica, l'importante è che l'Inter abbia un allenatore che dia fiducia e qualità e credo che Conte sia quanto la società ha richiesto. Col Milan ha fatto un gol capolavoro. Sulla Nazionale italiana, aggiunge: "Bisogna avere un po' di pazienza, Mancini è un ottimo allenatore e raggiungerà un livello più alto rispetto a quello degli anni passati".

Condividere