Preso il mostro di Nantes: aveva sterminato la famiglia

Share

Figuraccia mondiale delle autorità francesi che hanno trascinato dietro di loro l'informazione meno attenta alle cautele. Era appena sceso da un volo in arrivo dall'aeroporto Charles De Gaulle di Parigi.

E' terminata dopo otto anni la latitanza di Xavier Dupont de Ligonnes, noto come il "mostro di Nantes". Il procuratore della Repubblica di Nantes, Pierre Senne's, ha però invitato i media alla "prudenza". "Tornava in Scozia dalla moglie". "Anche se Dupont de Ligonne's fosse invecchiato, l'uomo fermato a Glasgow, non gli somiglia per niente", ha raccontato Jaques. La polizia era sulle sue tracce dall'Aprile del 2011: a tradirlo, una segnalazione anonima. Poi il nulla: l'uomo, semplicemente, scomparve.

Sette giorni dopo, gli inquirenti hanno scoperto i cadaveri nella casa di famiglia a Nantes. I corpi dei 5 furono trovati fatti a pezzi e l'autopsia stabilì che erano stati uccisi con una pistola da tiro calibro 22 due settimane prima che ne venisse denunciata la scomparsa. L'uomo aveva anche saldato le rette scolastiche dei figli e inviato una lettera collettiva ai parenti inventando una specie di "spy story".

Usa e Cina per una tregua sui dazi
Nonostante gli spiragli di tregua emersi nelle ultime ore, Trump non sembra, però, avere sciolto completamente le riserve.

Elton John ha avuto un cancro: le sue condizioni
Le condizioni di Elton John sarebbero apparse fin dall'inizio gravissime: " I medici dissero a che ero a 24 ore dalla morte ". Non mi piaceva l'idea che il cancro incombesse su di me, su di noi, per gli anni a venire: "volevo solo liberarmene".

Giudice sportivo: due giornate di squalifica per Paulo Fonseca
A parte questo episodio sembra spesso goffo e in difficoltà nonostante la scarsa spinta offensiva degli ospiti. Dzeko sempre bravo, discreto Kluivert nel primo tempo , ottimo Zaniolo nella ripresa, non male Antonucci.

La vicenda di Xavier Dupont de Ligonne's, indebitato fino al collo a causa di cattivi investimenti e discendente di famiglia nobile, aveva appassionato la Francia.

La scoperta di ieri riaprire la vicenda. Gli inquirenti francesi sono immediatamente partiti per Glasgow, per confermare l'identità del sospetto arrestato, anche attraverso un confronto tra Dna.

Secondo quanto riferisce Le Parisien, il 58enne aristocratico uomo d'affari viaggiava sotto falsa identità, usando un passaporto rubato nel 2014 e con l'aspetto cambiato probabilmente d diverse operazioni chirurgiche.

Share