Il coronavirus affonda il pil Usa, primi 3 mesi -4,8%

Condividere

Dati che spaventano perché di quel trimestre, solo l'ultima parte (quella da metà marzo) ha subito gli effetti dei vari lockdown conseguenti alla pandemia. La flessione del nostro prodotto interno lordo è di "un'entità mai registrata dall'inizio del periodo di osservazione dell'attuale serie storica che ha partita nel primo trimestre del 1995". Il primo trimestre del 2020, inoltre, ha avuto lo stesso numero di giornate lavorative rispetto al trimestre precedente e una giornata lavorativa in più rispetto al primo trimestre del 2019. L'Istat evidenzia un "calo marcato e diffuso a tutte le attività economiche, particolarmente rilevante per l'industria e il terziario".

Dal lato della domanda, sottolinea l'Istituto di statistica, vi sono ampi contributi negativi sia della componente nazionale (al lordo delle scorte), sia della componente estera netta.

La stima preliminare del Pil, rileva l'Istat, "risente degli ostacoli posti dall'emergenza sanitaria in corso alla raccolta dei dati di base, che costituiscono l'input per l'elaborazione dei conti nazionali".

Mef amplia la platea di beneficiari rate mutui sospese
Non ci sarà alcuna modifica sulle procedure di inoltro delle istanze del mutuo prima casa né sugli altri requisiti già previsti. Per poter acceder al fondo e veder sospese le rate del proprio mutuo inoltre non è più richiesta la presentazione dell'Isee.

Aurora Ramazzotti andrà a vivere con il fidanzato Goffredo Cerza
Occhio però perché manca ancora qualcuno: il suo gatto, Saba, e i tre cani di famiglia! Aurora Ramazzotti pensa alla convivenza . I due stanno insieme da tre anni e hanno retto anche la distanza siccome lui viveva a Londra e lei a Milano .

Torvaianica, donne trans chiedono aiuto e il Papa manda l’Elemosiniere
Don Andrea è rimasto molto colpito da queste persone che ora entrano in chiesa a pregare. "Che la Vergine ti protegga" dicono, in spagnolo.

Peggio appare la situazione della Francia, che registra un crollato del 5,8% su base congiunturale nel primo trimestre.

Le previsioni sono per un secondo trimestre nero, con un calo del Pil fino al 30%. Oltre all'incertezza sul tasso di cambio della nuova lira nei confronti delle altre valute (dollaro USA, yen giapponese, renminbi cinese), anche l'euro potrebbe subire conseguenze sul piano della fiducia con i mercati finanziari non più propensi a investire in una moneta che può essere così facilmente abbandonata dai cittadini di uno Stato. L'economia dell'area dell'Unione Europea a 27 stati ha segnato un calo trimestrale del 3,5%.

Condividere