Coronavirus, società Usa annuncia: dati positivi da primi test per vaccino

Condividere

La società biotech statunitense Moderna ha annunciato - in anticipo rispetto alla tabella di marcia - i risultati promettenti dei primi test di sicurezza sull'uomo del suo candidato vaccino, in fase di sviluppo in collaborazione con il Niaid, l'Istituto nazionale di allergie e malattie infettive guidato dal virologo Anthony Fauci.

Dagli Stati Uniti arrivano altre buone notizie per quel che riguarda la sperimentazione del vaccino per il Covid-19. "La fase 1 dei test - spiega la società - ha mostrato che le persone che si sono sottoposte alla sperimentazione hanno sviluppato anticorpi in modo del tutto simile ai pazienti di Covid-19 che sono guariti". Questo sembrerebbe dimostrare che la sperimentazione sta puntando nella direzione giusta. Ad ogni partecipante è stato assegnato un dosaggio da 25, 100 o 250 microgrammi, con 15 persone in ogni gruppo.

In particolare, aggiunge Moderna, i livelli di anticorpi rilevati nelle prime otto persone sottoposte ai test clinici con l'mRNA-1273 "sono uguali o superiori a quelli riscontrati nei pazienti guariti dal Covid-19". I partecipanti allo studio hanno ricevuto due dosi del potenziale vaccino a circa 28 giorni di distanza l'una dall'altra.

Grande Fratello Vip, Sossio Aruta: "Sono disgustato, non posso sopravvivere così"
E racconta:"Sono disgustato da questa situazione: è un po' come se stessimo vivendo la terza guerra mondiale ma senza armi. Ho io una soluzione per Sossio Aruta ...

Lutto nel mondo della musica: morto Ezio Bosso
Di fronte a una platea silenziosa e commossa, aveva suonato Following a Bird , la composizione contenuta in The 12th Room . Oggi, dopo un lungo periodo di dura lotta, Ezio Bosso ha trovato l'eterno riposo, spegnendosi a soli 48 anni .

Diodato canta all’Arena di Verona per l’Eurovision 2020
Per l'Italia Diodato canterà " Fai rumore " da un'Arena di Verona completamente vuota. Il cantautore tarantino torna virtualmente in Olanda 62 anni dopo Modugno.

I dati sugli animali e sull'uomo diffusi finora dalla società non sono ancora stati pubblicati, ma "siamo molto, molto felici perché per prima cosa il vaccino è risultato generalmente sicuro", ha dichiarato Stephane Bancel, amministratore delegato di Moderna. Moderna ha ora intenzione di avviare la seconda fase della sperimentazione, e l'augurio è di poter partire con la terza fase nel mese di luglio. Il gruppo, che ha avuto nelle ultime ore, un'impennata nelle sue quotazioni in Borsa, non è nuovo a ricerche importanti nel settore.

L'obiettivo di questa ricerca, come di altre sparse per il mondo, è quello di creare un meccanismo di difesa per l'organismo.

Condividere