Coronavirus, Emilia R.: 77 casi in più, 25 persone decedute

Condividere

Sono alcune delle soluzioni innovative studiate da aziende e da laboratori di ricerca dell'Emilia-Romagna in risposta al bando della Regione Emilia-Romagna, che ha promosso progetti di ricerca e sviluppo sperimentale per la messa a punto di prodotti, servizi, soluzioni tecnologiche per contrastare l'epidemia da Covid-19.

In Emilia-Romagna, dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus si sono registrati 27.110 casi di positività, 56 in più rispetto a ieri: aumento giornaliero fra i più bassi mai registrati finora. Il totale dei decessi sfonda il muro dei 4mila: 4.008.

Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.433 a Piacenza (11 in più rispetto a ieri), 3.392 a Parma (13 in più), 4.892 a Reggio Emilia (1 in più), 3.876 a Modena (5 in più), 4.490 a Bologna (1 in più); 391 le positività registrate a Imola (dato invariato), 980 a Ferrara (nessun caso in più). Sono stati effettuati - spiega la Regione - 5.614 tamponi, che raggiungono complessivamente quota 263.888 mentre i casi lievi in isolamento a domicilio sono 4.712, con un calo di 112 unità.

Alena Seredova ha partorito: "Benvenuta principessa"
Dopo due maschietti, avuti dall'ex marito il calciatore Gigi Buffon , è arrivata una femminuccia. Accanto all'immagine ha scritto: "A volte i sogni si avverano.

Sdraio a 1 metro e mezzo, le regole per gli stabilimenti balneari
Saranno vietate le animazioni quali feste e balli di gruppo , merende collettive e altro che può dar luogo ad assembramenti . Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l'accesso sulla spiaggia in caso di temperatura 37,5 °C.

Spadafora: "Ok allenamenti anche senza ritiro. Campionato può ripartire il 13 giugno"
Tutto il mondo dello sport delle palestre, dei centri danza, dei circoli, tutte queste realtà riapriranno dal 25 maggio. Il calcio italiano prova a ripartire ma gli ostacoli lungo la strada che porta alla ripresa sono ancora molti.

Si tratta dei primi 30 progetti ammessi a contributo, relativi alla prima 'call' del bando regionale, dal costo complessivo di 4,2 milioni di euro, a cui la Regione contribuirà attraverso Fondi europei (Por-Fesr) con 3,1 milioni di euro. Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid, che sono 763 (-98).

I nuovi decessi riguardano 1 residente nella provincia di Piacenza, 2 in quella di Parma, 1 in quella di Reggio Emilia, 1in quella di Modena, 2 in quella di Bologna (nessuno nell'imolese), 1 in quella di Ferrara, 1 in quella di Forlì-Cesena (nel Forlivese), 2 in quella di Rimini.

Ci sono 11 nuovi positivi nel territorio romagnolo ma la giornata di oggi è positiva in Romagna soprattutto per un dato: nessun decesso è stato registrato nel territorio dell'Ausl Romagna e in quello dell'Ausl Imola. Uno di essi è ricoverato non in terapia intensiva, gli altri sono in isolamento domiciliare. Un paio di volontari attivati direttamente dal Dipartimento nazionale ha proseguito l'attività di sorveglianza dei passeggeri in transito all'aeroporto Marconi di Bologna. Con questa struttura, salgono a 5 i punti pre-triage davanti a ospedali, cliniche private e case di cura in provincia di Rimini, a cui si aggiunge quello della Casa circondariale del capoluogo. Le vittime totali da inizio emergenza salgono a 939.

Condividere