Torna Postalmarket: "Il celebre catalogo diventerà l’Amazon italiano"

Condividere

Del resto Postalmarket è stato un vero e proprio precursore del moderno store on line.

Il Postalmarket 2.0 nasce dall'idea di Stefano Bortolussi, un imprenditore originario del Friuli Venezia Giulia che ha acquistato il marchio nel 2018 e come annunciato dallo stesso, l'obiettivo del nuovo brand è quello di diventare un punto di riferimento per gli acquisti online.

Già nel 2015, le ultime edizioni del giornale-catalogo erano digitali, ma con questa rinascita si punterà ulteriormente sull'online. La nuova versione del mitico catalogo, cui fecero da testimonial tra le altre Milva, Ornella Muti, Dalila Di Lazzaro, Ornella Vanoni e perfino Brooke Shields, arriverà prima di Natale. "Sono tante le persone che ricordano Postalmarket e dunque che sono nostri potenziali clienti". Una nuova versione digitale e, per gli abbonati, anche in carta.

Coronavirus in Campania, nessun morto e un solo contagiato: 19 i guariti
Due vittime, un nuovo positivo e trentadue guariti nelle ultime 24 ore in Campania . "La Campania si è salvata anche per questo". I positivi al Covid-19 in Campania sono 4.608 e non 4.838 come riferito fino a giovedì.

Torna il catalogo Postalmarket e punta a diventare l'Amazon italiano
Per onorare la memoria dei tempi che furono verrà comunque stampato un catalogo cartaceo, ma solo a uso e consumo degli abbonati. D'Avella e Bertolussi hanno così dato vita alla Postalmarket Srl e al momento sono alla ricerca di un investitore di start-up .

Tennis, Roger Federer operato al ginocchio destro: "Tornerò nel 2021, mi mancherete"
Ma gli esami non finiscono mai e per il fuoriclasse svizzero è già cominciata una nuova sfida, questa volta contro il tempo. L'annuncio -e allarme- definitivo arriva del diretto interessato: Roger Federer non tornerà in campo nel 2020 .

Postalmarket (che si chiamò Postal Market Italiana fino al 1973 e Postal Market dal 1973 fino all'inverno del 1983) è un'azienda fondata a Milano nel 1959 da Anna Bonomi Bolchini (morta nel 2003), grande imprenditrice e filantropa che importa il formato tutto americano della vendita per catalogo. Un grandioso successo durato decenni, ma negli anni '90 entrò in declino. I tentativi di rimanere a galla e di rinnovare il prodotto non produssero però gli effetti sperati. Nel 2004 il progetto non era andato a buon segno, arrivando dopo vari passaggi di mano al fallimento nel 2015 della Postalmarket Spa. Oggi, dopo 5 anni, Postalmarket si prepara a risorgere dalle sue ceneri come una fenice. Che ha in mente di "lanciare un assaggio entro Natale". Anzi, l'ambizione dell'imprenditore è perfino lievitata.

È stato il papà di Amazon, l'archetipo della vendita per corrispondenza, non tecnologica ma efficace, regolato da poche ma sufficienti regole di un mercato. Il nostro modello di business è differente dal precedente, ma contiamo anche in un remake del catalogo. D'Avella e Bertolussi hanno così dato vita alla Postalmarket Srl e al momento sono alla ricerca di un investitore di start-up.

Condividere