Cornelius devastante, il Parma passeggia col Genoa

Condividere

Prima del fischio d'inizio la premiazione con una targa di ringraziamento alla "Più grande squadra di Genova e della Liguria" consegnata dal presidente di Regione Giovanni Toti e dal sindaco di Genova Marco Bucci, a otto persone tra medici, infermieri, operatori sociosanitari e pubbliche assistenze in rappresentanza di tutte le categorie che in questi mesi hanno lottato in prima linea contro il coronavirus. I tifosi sono liberi di fare tutto quello che vogliono, ma gli obiettivi li detta la società e ci sono club molto più attrezzati di noi per certi obiettivi. Nicola, l'allenatore, aveva parlato di "carpe diem", ma l'attino questa volta non è stato proprio colto, Soprattutto nel primo tempo il Parma ha giganteggiato, trascinato da un Kulusevski che ha ridicolizzato Schone e da un implacabile cecchino come Cornelius, andato a segno al 18' e al 33' del primo tempo e all'8' della ripresa.

Ancora Gervinho protagonista: l'ivoriano va via centralmente, allarga per Hernani che rimette in mezzo trovando pronto l'accorrente Cornelius, bravo a battere Perin. La gara cresce d'intensità con gli ospiti che sfiorano il raddoppio con una bella rovesciata di Cornelius alla quale risponde d'istinto Perin.

Il Genoa non riesce a organizzarsi e manca del ritmo giusto per rendersi pericoloso dalle parti di Sepe. Il primo tempo finisce con i rossoblù sotto di due reti.

Forte scossa di terremoto a Città del Messico
Secondo la Reuters, che ha ascoltato alcuni testimoni, non ci sarebbero danni gravi a persone o cose. Una di quelle scosse che non si dimenticano facilmente, anzi.

Rimosso il mitico pulmino di "Into The Wild": era troppo pericoloso
Molti sono stati soccorsi per incidenti durante il percorso di avvicinamento, altri hanno addirittura perso la vita. Una soluzione proposta è quella di metterlo in mostra in una posizione più sicura.

Alex Zanardi "stabile, la prognosi resta riservata"
Partenza dai confini con la Svizzera e arrivo a Santa Maria di Leuca, con oltre 50 atleti paralimpici come partecipanti. Dall'Ansa si è appreso anche che i carabinieri hanno sequestrato il cellulare che Zanardi portava durante la staffetta.

Perin si fa invece sorprendere poco dopo da un Cornelius immarcabile che di testa segna il terzo gol su assist, il secondo, di Laurini (53′). I padroni di casa accorciano le distanze con il rigore realizzato da Iago Falque (60'). Nel finale però il Parma completa il poker con Kulusevski (87').

Genoa: Perin, Romero, Soumaoro, Masiello (73′ Barreca), Criscito (58′ Behrami), Sturaro, Schone, Cassata (46′ Falque), Biraschi, Pandev (58′ Pinamonti), Favilli (67′ Destro).

Condividere