Tassa sui conti correnti: ogni fine giugno paghiamo un contributo

Condividere

Arriva, come ogni anno, la tassa sui conti correnti di giugno!

Tassa sui conti correnti in arrivo da fine giugno. Anzi no, ad essere sinceri non è necessario farlo: questa tassa sarà addebitata direttamente sul nostro conto corrente e non dobbiamo disturbarci a fare niente. L'imposta di bollo (alla fin della fiera è pur sempre una tassa da pagare) ammonta a 34,20 euro all'anno per le persone fisiche e 100 euro per quelle giuridiche. Certo qualcuno potrebbe anche obiettare che stiamo parlando di cifre irrisorie, se pensate che una persona paga 34,30 euro. Visto che la rendicontazione della maggioranza dei correntisti italiani è trimestrale, a giugno si pagherà solo un quarto del bollo.

Il mese di giugno è ricco di scadenze fiscali, e si conferma tra i più onerosi per i contribuenti. Quest'anno abbiamo avuto la proroga delle imposte dirette fino a luglio per i soggetti ISA e per i forfettari.

L'imposta di bollo sui conti correnti non va versata ma viene prelevata direttamente dai conti e libretti dal momento che istituti di credito e Poste fungono da sostituti d'imposta. L'imposta di bollo per i conti correnti di persone giuridiche, invece, è pari a 100 euro l'anno, indipendentemente dal saldo medio annuale.

Chi è esente dal pagamento del bollo?

MotoGp, Andrea Dovizioso si infortuna durante la gara di cross a Faenza
Resi noti gli esiti degli esami svolti sulla spalla sinistra di Andrea Dovizioso dopo l'incidente a Faenza. Non ci resta che fargli un in bocca al lupo a nome di tutti gli appassionati delle due ruote.

Meghan Markle "Ha rimbambito Harry col...": il retroscena
Ma a dare un piccolo assaggio di quello che si leggerà tra le pagine del volume, è l'ultimo numero in edicola di 'Oggi' . Vera esperta nell'ars amatoria, lo avrebbe plagiato annebbiandogli la mente e allontanandolo da amici e famiglia.

"Stai zitta", Raffaele Morelli litiga con Michela Murgia. Boldrini: "Becerume maschilista"
I toni si alzano, Morelli minaccia di andarsene e poi spiega: " I codici femminili sono antichissimi, sono codici primordiali . Quest'ultimo, infatti, ha chiesto alla conduttrice di Radio Capital di non porgli domande cretine .

L'imposta di bollo, di importo fisso e dovuta per il solo fatto di avere un conto corrente. Non deve versare il balzello chi è intestatario di un conto bancario che ha una giacenza media inferiore ai 5mila euro (il calcolo della giacenza media è cumulativo tra tutti conti e libretti che si possiedono nello stesso istituto creditizio) e i risparmiatori che hanno un Isee non superiore ai 7.500 euro annui.

Isee inferiore a 7.500 euro.

25 euro a trimestre per i soggetti diversi dalle persone fisiche, come società o associazioni.

"Ci chiedono questo regalino - spiega Becchi - per sondare le reazioni e prepararci alla futura patrimoniale".

L'imposta di bollo sui conti correnti costituisce una patrimoniale che garantisce allo Stato un introito costante di milioni di euro, grazie alla liquidità di privati cittadini e imprese.

Condividere