Il coronavirus piomba su Kim Jong-un. Allerta massima in Corea del Nord

Condividere

Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha dichiarato "l'allerta massima" per il coronavirus, dopo la scoperta del primo "caso sospetto" ufficiale nel Paese. Secondo l'agenzia la persona "sospettata di essere stata contagiata dal virus" aveva disertato ed era scappata nel sud tre anni fa e questo mese era riuscita a varcare illegalmente il confine tra le due Coree pesantemente militarizzato.

Olivia de Havilland, addio all'ultima stella di 'Via col vento'
Olivia continuò con ben otto film con Errol Flynn, tra i quali "Captain Blood" e "La leggenda di Robin Hood". Dotata di grande fascino ed eleganza, fu protagonista della scena di Hollywood negli anni quaranta.

Cellino su Tonali: "Futuro? Gli ho fatto una promessa"
Le sue parole: " A Sandro ho fatto una promessa e intendo mantenerla: è un impegno preso con il ragazzo, non posso penalizzarlo". Massimo Cellino annuncia di voler cedere Sandro Tonali durante questa sessione di mercato.

Tina Cipollari, finito l’amore con Vincenzo Ferrara? La risposta di lei
Fino ad oggi si parlava semplicemente di una crisi per la coppia, ma ora sembra esserci stata una rottura definitiva. I due non hanno passato il lockdown insieme e anche dopo la riapertura pare non si siano visti.

"Sembra che il virus sia entrato nel paese", ha ammesso Kim Jong-Un dall'agenzia di stampa ufficiale KCNA. Intanto non vi è certezza che si tratti di un caso di Covid dal momento che "diversi controlli medici" avrebbero prodotto "risultati incerti". Ora sono in corso i test alle persone entrato in contatto con il soggetto e a chi negli ultimi cinque giorni è stato a Kaesong.

Condividere