PAZZINI, Addio Hellas. Per il futuro sto valutando

Condividere

"Lo sapevo da tempo - ha esordito l'attaccante - sono stati cinque anni intensi tra alti e bassi". È stato un percorso bellissimo, sono contento di averlo finito in Serie A. È stato un percorso bello, intenso. Mi ha fatto sentire uno di Verona, sempre. Nei momenti di difficoltà è stata l'unica cosa che mi ha fatto andare avanti, perché so che riponevano tanta fiducia in me. Pazzini, senza nasconderlo, ha ammesso di aver voluto proseguire a Verona: "Avrei voluto prolungare, in cuor mio ci ho sperato". Non ho parole per tutto l'affetto che mi avete dato, l'Hellas resterà sempre nel mio cuore. Sapevo di non poter giocare 40 partite, ma qui sto da dio. Al momento questo matrimonio sembrerebbe difficile da fare, poi non è detto che da qui al primo settembre, quando aprirà il mercato le cose, nel frattempo, non possano cambiare. Ho sempre pensato giorno per giorno.

Chiusa questa parentesi sportiva, ora l'ex attaccante di Inter e Milan deve ancora schiarirsi le idee circa il proprio futuro: "Non ci sono state offerte per me, se non qualcosa dall'estero". Io ho un'idea abbastanza precisa in testa, ma voglio finire l'anno, stare con la mia famiglia, e a mente lucida cercare di capire cosa voglio fare da grande. È stata un'annata bella, inaspettata, un'escalation di emozioni.

Lazio: Immobile pronto a conquistare la Scarpa d'Oro
Con il campionato che ha già emesso la maggior parte dei verdetti, la Serie A torna in campo e cerca ancora gli ultimi lampi. Insomma, una mano lava l'altra in casa biancoceleste .

Calciomercato Inter, Marotta: "Per Messi servono fattori straordinari"
TONALI - "Con Cellino ottimo rapporto, ma non ci siamo mai fermati a parlare di Tonali. Quest'anno è atipico, legato al Covid, e c'è una certa elasticità valutativa.

Conte a InterTV: "Tante critiche distruttive, molto strano. Eriksen deve essere determinante"
Ormai per i nerazzurri il primo posto è sfumato, con la Juventus che si prepara già a festeggiare il nono scudetto consecutivo. Il piazzamento non conta tantissimo, il secondo è il primo dei perdenti, ma c'è chi si accontenta anche di questo.

Dopo cinque anni Giampaolo Pazzini lascia il Verona al termine del contratto: non è arrivata la proposta di rinnovo da parte della società scaligera al giocatore, che oggi conferma il suo addio in conferenza stampa. "Abbiamo creato un bel gruppo, ci siamo aiutati a vicenda".

Condividere