Inter, prima MD: "Lautaro prioritá, ma solo a certe condizioni"

Condividere

Termina Inter-Napoli, sfida valevole per la 37sima giornata di Serie A. I nerazzurri passano sugli avversari grazie alle due reti segnate da Danilo D'Ambrosio e Lautaro Martinez, riuscendo nel controsorpasso sull'Atalanta al secondo posto.

Il club nerazzurro, dal canto suo, che nel frattempo si gode la perla contro il Napoli valsa tre punti e conferma al secondo posto, ha sempre fatto presente che Lautaro é un giocatore fondamentale all´interno del progetto di Antonio Conte e di non essere pertanto disposto a cederlo a condizioni sfavorevoli.

Covid-19, il bollettino del 30 luglio: 3 decessi, 386 nuovi contagi
In provincia di Bologna , i 7 nuovi casi sono riferiti 6 a tracciamento di persone legate a casi noti e uno rientrato dall'estero. Il numero di nuovi casi di infezione sebbene rimanga nel complesso contenuto mostra una tendenza all'aumento.

Coronavirus, i nuovi focolai preoccupano l’Europa
I viaggi non essenziali verso l'Europa sono stati vietati dal 17 marzo scorso con l'obiettivo di arginare la diffusione del virus. Gudelj salterà la sfida contro la Roma del 6 agosto , valida per gli ottavi di Europa League ed è in isolamento domiciliare.

F1, Perez in isolamento precauzionale: 1° test covid non valido a Silverstone
Perez non ha partecipato alla tradizionale conferenza stampa dei piloti del giovedì in attesa di ricevere i risultati di un secondo test: a confermarlo è stata la stessa Racing Point su Twitter.

"Ho visto sicuramente ancora miglioramenti, anche perché abbiamo affrontato una squadra forte". Non era semplice giocare dopo la vittoria dell'Atalanta a Parma. Abbiamo dato una risposta bella, da squadra compatta. Vedo il bicchiere mezzo pieno, sono positivo. Ma qui c'è un gruppo professionale, cresciuto, che ha ridotto il gap nei confronti di tantissime altre squadre. Ci sta che i grandi club se ne interessino.

A questo punto la gara cambia perché l'Inter gode di maggiore spazi nelle ripartenze e Barella spreca la palla del terzo gol facendosi recuperare in uscita da Meret, mentre il Napoli non riesce più ad impensierire seriamente Handanovic nonostante gli ingressi di Callejon per il solito abulico Milik e del redivivo Malcuit per Hysaj. "Quando si raccontano ad arte alcune cose solo per attaccare la mia persona non mi piace". "È più facile spostare il Duomo che portare Messi all'Inter".

Condividere