Migranti: Macron e Conte: "Deve cambiare il regolamento di Dublino"

Condividere

Al termine del pranzo di lavoro, che vedrà al centro del confronto le recenti tensioni sul tema migranti e la possibile riforma del regolamento di Dublino sull'accoglienza dei richiedenti asilo, è prevista una conferenza stampa congiunta. Il premier ricorda che nell'incontro con Macron si parlerà anche della modifica "del Regolamento di Dublino, come pure dell'unione bancaria e monetaria". Se gli do ragione, aiuto la democrazia?- ha anche detto Macron, parlando del caso Aquarius e della polemica con l'Italia, senza però mai nominare il ministro Matteo Salvini -. Secondo Macron, la Francia, come l'Italia, deve gestire questa crisi migratoria, dando risposte insieme.

"Non ci potrebbe essere una risposta nazionale la risposta giusta è europea ma quella attuale non è idonea e la solidarietà attuale europea in particolare in questi ultimi anni nei confronti dell'Italia non c'è stata. Speriamo di andare avanti con i partner europei nei prossimi mesi su una riforma profonda delle regole di Dublino per una migliore responsabilità e divisione" del peso dei migranti. "Sono lieto di aver visto Macron nella mia prima visita all'estero, lo ringrazio". Con il presidente abbiamo condiviso l'idea di lavorare insieme per le nuove operazioni da fare per l'Europa.

Читайте также: MotoGP, Lorenzo: "Pole? Vincere è più importante" Dovi: "Jorge ci ha aiutato"

"Lo scambio che abbiamo avuto hanno permesso convergenze su diversi temi, la cooperazione fra i nostri due paesi è indispensabile, essenzialmente su immigrazione e zona Euro", ha aggiunto. "Dobbiamo trovare meccanismi che consentano la solidarietà e dobbiamo fare in modo che la situazione geografica non ci metta in situazioni politiche insostenibili" ha incalzato il numero uno dell'Eliseo, invocando anche maggiori investimenti su Frontex. Il presidente del consiglio ha annunciato, quindi, un vertice Italia-Francia in autunno a Roma. "Il nostro primo obiettivo è stato mettere in sicurezza queste persone, affiancare la nave per evitare che le persone fossero in difficoltà, abbiamo offerto il nostro supporto logistico, il personale sanitario, il vettovagliamento, abbiamo gestito momento di difficoltà con la massima concentrazione". "Col presidente Macron c'è stata una telefonata, ci siamo chiariti e ora c'è perfetta intesa". E le proposte, pensate oggi dall'Italia d'accordo con la Francia, saranno fatte al prossimo Consiglio europeo di fine giugno. E ha citato la Francia, e in particolare il presidente Macron, riferendosi alla sperimentazione del taser (pistola elettrica che immobilizza temporaneamente chi ne è colpito, ma non uccide) da avviare in Italia: "Lo usano in tanti paesi europei civili, dalla Gran Bretagna alla Francia".

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2021 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Condividere