Spalletti: "Inter e Milan possono infastidire la Juventus"

Condividere

L'allenatore dell'Inter, Luciano Spalletti, ha rilasciato alcune dichiarazioni quest'oggi in conferenza stampa, parlando anche della corsa al titolo. "Abbiamo voluto la bicicletta, ora dobbiamo pedalare". Basta andare a vedere lo score delle precedenti partite, è sempre stata una gara molto difficile. Nel periodo estivo lo sarà anche di più. "Lautaro è forte, lo vogliamo usare, entrerà dentro il ragionamento della gestione della squadra". "Certo, rispetto alla scorsa stagione molte squadre si sono rinforzate". Quando viene a mancare qualche pedina, penso a Nainggolan domani, dispiace sempre. Poi è chiaro che bisogna andare incontro alle qualità individuali e far sì che si comportino da squadra. Ora sta a noi cercare di sbagliare meno possibile. "Siamo al fianco di tutte quelle persone che stanno soffrendo in questo momento". Ancelotti in Italia dopo nove anni è un bene importante.

"Non credo si voglia dar vinto lo scudetto alla Juventus prima di giocare". Conosciamo qual è la forza di questa squadra. Abbiamo fatto tutto quello che c'era da fare. Le pressioni? Ho imparate a gestirle da tempo. "Pressioni? Le ho gestite tutte qualche anno fa, ora è tutto un piacere e tutta un'eccitazione". Eccitazione strozzata in seguito ai fatti di Genova. Poi vedere di volta in volta come si sviluppano le cose. Vincere più partite possibili dentro il campionato, rimanere in Champions League e possibilmente offrire anche un buon spettacolo sia comportamentale che di risultati e gioco di squadra.

"Avversario forte, l'abbiamo visto a San Siro di recente". Perisic e Vrsaljko non hanno fatto allenamenti, c'è da fare attenzione.

Cristiano Ronaldo alla Juventus parte da Villar Perosa
L'ho ritrovato bene, è un giocatore importante e di esperienza, che ha aumentato il livello tecnico della difesa. Poco prima della 15.30, la Juventus è arrivata a Villa Agnelli .

Real Madrid-Atletico Madrid, le formazioni ufficiali: Modric in panca
A centrocampo Saul e Thomas in cabina di regia mentre sulle corsie laterali pronti a scatenarsi Lemar e Koke . Diego Pablo Simeone schiera davanti ad Oblak una linea composta da Juanfran, Savic , Godin e Lucas.

Clamoroso: Alonso lascia la Formula 1 nel 2019! - Notizie Motori
Ci sono ancora diversi gran premi in questo 2018, e di sicuro vi prenderò parte con maggiore impegno e passione che mai. E prosegue: "Ringrazio tutti alla McLaren , il mio cuore sarà per sempre con loro ".

Vrsaljko e Perisic tornati tardi dopo il Mondiale, ma potrebbero giocare dall'inizio: "Perisic conosce la squadra, Vrsaljko no. Però entrambi non hanno giocato amichevoli e quindi bisogna ragionare in maniera corretta per lo sviluppo della gara, non solo per la scelta iniziale". Vorrei scommettere su diversi miei giocatori. Campionato da sospendere alla prima? Siamo pronti ad andare a giocare contro chiunque. "Modric? Io commento giocatori che giocano nell'Inter, lui gioca nel Real Madrid". "Ed è la cosa che mi dà più fiducia".

- "Vecino? Mi aspetto che faccia meglio dello scorso anno". Peccato per l'infiammazione dell'anno scorso, quest'anno troverà più continuità.

Condividere