UFFICIALE: Marchisio rescinde con la Juventus, ‘Amo questa maglia’

Share

L'addio era nell'aria da settimane, il Principino era alla ricerca dell'accordo con la società per la buonuscita (intorno ai 3 milioni), ma il comunicato ufficiale della Juventus, a poche ore dall'esordio in campionato, ha spiazzato il popolo juventino. Sarà più difficile, perché abbiamo preso dei giocatori fortissimi, migliorando la rosa. Quando ormai era già si era già affermato in Prima Squadra, diceva di dover segnare di più, perché anche per un centrocampista i gol sono importanti. Dobbiamo subito mettere da parte il peridoo di eccitazione per l'arrivo di CR7 e ritornare con i piedi per terra. La proposta più allettante è giunta infatti dal Montreal Impact di Joey Saputo che ha ingaggiato di recente Bacary Sagna. Con il Chievo ci vorrà rispetto dellavversario e tenere profilo basso lavorando. Un divorzio, quello col Principino, dunque sì sofferto come quello con Alex Del Piero e Gigi Buffon dal punto di vista emotivo, ma evidentemente senza gli stessi strali polemici. Protagonista in campo con la maglia della Vecchia Signora, Marchisio vanta nel suo palmares quattro Coppe Italia, tre Supercoppe Italiane e sette scudetti.

Inevitabile parlare del disastro di Genova, il tecnico della Juve sulle decisioni relative alla prima di campionato ha detto: "Ci sono organi di competenza". Quest'anno l'obiettivo numero uno è passare il girone della Champions. "Ma non basta. Serve corsa, lavoro e passione che fa la differenza in ogni cosa". Si può essere la squadra più forte del mondo, ma senza la voglia di mettersi in discussione tutti i giorni, non si va da nessuna parte. Anche quest'anno bisogna arrivare a marzo dentro a tutte le competizioni, per poi giocarci tutte le chance. "Bonucci è titolare domani, per il centrocampo devo ancora decidere se giocare a due o aggiungere un mediano".

Roma, online il primo trailer del nuovo film di Alfonso Cuarón
Nel cast troviamo nomi come Marina de Tavira, Yalitza Aparicio, Daniela Demesa, Nancy Garcìa Garcìa e Jorge Antonio Guerrero . Il film rappresenta una magistrale lettera d'amore alle donne della sua vita, le stesse che lo hanno amato e cresciuto.

Chi era Claudio Lolli, il cantautore bolognese morto a 68 anni
Numerosi i temi trattati dalle sue canzoni, dalla politica all'amicizia, dalla desolazione alle crisi sociali e culturali. Il cantautore Claudio Lolli è morto venerdì 17 agosto dopo una lunga malattia.

Atlantia, forte rimbalzo in Borsa. Il mercato con crede a revoca concessione
Se venisse dimostrata la "grave inadempienza" da parte di Autostrade per l'Italia , l'Anas subentrerebbe nella concessione. La volontà politica è revocare la concessione alla società Autostrade ".

Così il dg Marotta sulla questione: "Non è dipesa dalla Champions, visto che essendo 'nato' da noi non era condizionato dall'inserimento nella lista, ma è nata da un confronto spontaneo e rispettoso tra noi e il giocatore sullo scenario in cui lui era inserito". Molto dipenderà anche da come andrà la partita.

Share