Lazio, la conferenza stampa di Simone Inzaghi (LIVE)

Condividere

Erano situazioni provate e riprovate in questi giorni di pre-campionato, per questo mi spiace molto. Non meritavamo di perdere, ma dobbiamo crescere di condizione. Poi c'è stata la traversa di Acerbi. Dunque un Inzaghi soddisfatto delle mosse di Tare. Chi gareggia con noi si è rinforzato tantissimo.

Hai parlato con la società? L'inizio sarà duro ma vedo il bicchiere mezzo pieno. Nuovi arrivi? Mai dire mai ma penso che ci fermeremo qua. Abbiamo tre squalifiche importanti: "Patric, Leica e Lulic". "Questa è casa mia, per me è il massimo allenare i biancocelesti". Sul Napoli: "Il Napoli ha mantenuto la stessa ossatura dello scorso anno, Ancelotti è un allenatore di alto livello che porterà certamente le proprie idee, domani sarà una gara bella ed intensa ma ci stiamo preparando nel modo migliore". In questo momento ho deciso di rinunciare a Lukaku, un giocatore che è cresciuto molto e ha qualche problema.

Dzeko alla Van Basten, la Roma espugna Torino
Cercavo un po' di sicurezza in più anche perché era la prima di campionato e sapevo che era una squadra difficile. Centrocampo a tre con De Rossi e Strootman e uno tra Pastore e Cristante , con l'argentino in leggero vantaggio.

Disastro di Genova, seconda vittima in provincia
Tra le vittime causate dal crollo di ponte Morandi risula esserci Vincenzo Licata , 58 anni, nato ad Agrigento. Il giorno dei funerali delle vittime, ancora da definire, sarà una giornata di lutto nazionale.

Genova, 39 vittime confermate. Ma si scava ancora
Nicolò Anselmi, vescovo ausiliare dell'arcidiocesi di Genova , esprime la sua preoccupazione per il crollo di ponte Morandi . Saremo giudicati sui fatti e tra qualche mese verificheremo con i cittadini se saremo conseguenti a quanto annunciato".

"Se la Serie A si fosse fermata sarebbe stata una scelta giusta, ma non decido io". Forse era giusto, osserveremo un minuto di silenzio, ma non sarà sufficiente. Il Napoli ha avuto la fortuna di trattenere i giocatori più forti della rosa. "Sarà un anno difficile per lui che dovrà ripetersi ai livelli dello scorso anno, così come la squadra". La permanenza del talento serbo è una buona notizia in un mercato che ha regalato pochi sussulti ai tifosi laziali e dunque, la Lazio punta nuovamente a disputare una stagione da protagonista, cercando finalmente di raggiungere la qualificazione ai preliminari di Champions.

Condividere