Terremoti, altre due scosse in Molise

Condividere

Due scosse hanno messo in apprensione gli abitanti, molti dei quali si sono attaccati ai social per capire chi avesse avvertito gli stessi movimenti tellurici. Alle 22.22 si è verificata una nuova scossa più significativa, compresa tra 4.2 e 4.8. "E' questo, ha detto il presidente dell" Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Carlo Doglioni, uno degli elementi importanti per capire come mai nella zona non siano avvenuti danni agli edifici. Poi continua verso est al di sotto del Mare Adriatico e verso ovest al di sotto dell'appennino molisano. "La Protezione civile regionale sta coordinando tutto, è all'opera su tutto il territorio e pronta ad intervenire e a dare ogni conforto eventuale". Ai vigili del fuoco di Piacenza non è giunta alcuna segnalazione dalla nostra provincia. Gente riversata in strada.

Chi era Claudio Lolli, il cantautore bolognese morto a 68 anni
Numerosi i temi trattati dalle sue canzoni, dalla politica all'amicizia, dalla desolazione alle crisi sociali e culturali. Il cantautore Claudio Lolli è morto venerdì 17 agosto dopo una lunga malattia.

Disastro a Genova: sale a 35 il numero dei morti foto
Il tracollo del viadotto Morandi , che ha causato la morte di almeno 39 persone , ha spezzato in due la Liguria. Parliamo di un salto di 50metri, di norma si va in codice rosso per una caduta da tre metri, figuriamoci così.

Ponte crollato, 2/a notte di ricerche
Storie legate da decenni all'imponente struttura del viadotto Morandi , per molti un vero simbolo dell'inizio di ogni viaggio. Tra le vittime causate dal crollo di ponte Morandi risula esserci Vincenzo Licata , 58 anni, nato ad Agrigento.

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.9 è stata registrata alle 2:33 in provincia di Reggio Emilia. Fortunatamente entrambe non hanno provocato nessun danno a cose e persone ma la paura è stata tanta. Poi, alle 3.07, un nuovo episodio, di intensità minore: alle 3,07, stavolta a 2 km da Bagnolo in Piano e a una profondità di 3 km, magnitudo 2.2. "Non sono state evidenziate criticità ai piloni del viadotto che ricade nel comune di Guardialfiera". Le persone sono state invitate a lasciare le case e concentrarsi nella piazza. Chi era affacciato ai balconi all'improvviso si è visto scuotere, riversandosi fuori le abitazioni per la paura. Una scossa avvertita distintamente in città, ma anche nelle zone limitrofe. La sala di monitoraggio dell'Osservatorio vesuviano - informa la direttrice, la professoressa Francesca Bianco - è subissata dalle telefonate di cittadini preoccupati. Ampia l'area in cui il sisma è stato avvertito. L'epicentro è a Bagnolo in Piano, provincia di Reggio Emilia.

Condividere