MotoGp Yamaha, Rossi: "Quando mi ritirerò sarà un momento molto triste"

Condividere

Il pilota ha fatto il punto della situazione in vista del weekend a Silverstone. Ho avuto problemi da quando è arrivata la centralina unica. E con ancora 8 gran premi da disputare a Valentino Rossi serve una svolta per recuperare i 59 punti che lo separano dal leader della classifica, il campione del mondo Marc Marquez. "Manca ancora molto alla fine stagione ed è frustrante non riuscire a migliorare - prosegue - Per me è molto importante capire se Yamaha vuole vincere ma è anche fondamentale capire quanto si vuole sforzare per risolvere la situazione".

Il tutto mentre lui, a 39 anni, si sente in grande forma: "Fisicamente mi sento molto in forma quest'anno ed è un peccato essere fermato solo dai problemi alla moto, mi sento molto forte. Arrivo a fine gara con talmente tanta energia che potrei tranquillamente fare altri cinque giri al top". È una grande motivazione. "Se non potessi fare questo sarebbe meglio stare a casa a rilassarmi sul divano con la birra." .

Terremoto, paura nella notte in Emilia: forte scossa di magnitudo 3.9
Al momento non si hanno notizie di eventuali danni a persone o cose, né è stata emessa alcuna allerta tsunami . Il movimento tellurico più intenso è stato avvertito il 16 agosto, intorno le 20:19, di magnitudo 5 .1.

Lazio-Napoli, utenti inviperiti: "Si vede malissimo". La replica di DAZN
Sottoscrivere un abbonamento ha un costo mensile di 9,99 euro (con un mese di prova gratuito). Prima partita del calcio italiano trasmessa sulla piattaforma televisiva DAZN: Lazio-Napoli .

Atlantia, forte rimbalzo in Borsa. Il mercato con crede a revoca concessione
Se venisse dimostrata la "grave inadempienza" da parte di Autostrade per l'Italia , l'Anas subentrerebbe nella concessione. La volontà politica è revocare la concessione alla società Autostrade ".

Sul proprio futuro, infine, aggiunge: "Se dovessi smettere di correre con le moto credo che proverò a competere con le macchine, la velocità e le corse sono tutto per me". Quando non riesci a vincere ti devi accontentare, io naturalmente ci provo sempre, ma è più di un anno che non vinco. Allo stesso tempo voglio continuare a lavorare con i giovani piloti con la Academy perché ci divertiamo molto e magari estendere il nostro team anche in MotoGP. "So solo che quando appenderò il casco al chiudo sarà un momento molto triste e difficile". Vorrei ancora lottare per il primato perché mi sento in forma. "Come al solito con il team lavoreremo duramente per ottenere i migliori risultati. Spero di poter essere abbastanza veloce così da poter disputare una buona gara". In ogni caso, a suo favore potrebbero giocare i recenti test privati al "Marco Simoncelli" World Circuit di Misano. "Agosto è stato un mese molto impegnativo". È una cosa molto lontana, abbiamo ancora due stagioni e più da vivere.

Condividere