Morto Antonio Pennarella, boss di 'Un posto al sole'

Condividere

Complice il suo volto spigoloso, il suo sguardo crudo, Antonio Pennarella è riuscito a districarsi in ruoli non facili come quelli di un padre e di un marito violento in "Pater Familias" di Francesco Patierno, nel 2002, o di quello di Libero, camorrista inetto in "Luna Rossa" di Antonio Capuano, nel 2001. I funerali dell'attore si terranno domani nella chiesa di via Porta San Gennaro, a Napoli, alle 11.

È morto l'attore Antonio Pennarella, grande interprete contemporeaneo della tradizione teatrale e cinematografica napoletana. Pennarella ha lavorato infatti in importanti pellicole, esordendo con Marco Bellocchio nel 1994 in Il sogno della farfalla e replicando 1 anno dopo in I buchi neri di Pappi Corsicato e Il Verificatore di Stefano Incerti. Il grande pubblico comunque lo conosce bene per l'interpretazione del personaggio Nunzio di Un Posto al Sole.

Negli anni ottanta, ovvero dai 20 ai 30 anni, la sua verve attoriale si espresse unicamente in teatro; dagli anni '90 ecco che, invece, Pennarella inizia a lavorare sia per il piccolo che per il grande schermo.

Meteo Italia. Bersagliati dai temporali il Centro-Sud e le Isole
Il Centro-Sud sarà ancora in attesa, ma verrà anch'esso raggiunto dalla perturbazione nella giornata di Domenica . Torneremo comunque sull'argomento nei prossimi articoli.

Lazio, volantino ultrà: "Niente donne nelle prime 10 file, sono nostra trincea"
Al ritorno in Serie A, Carlo Ancelotti bagna nel migliore dei modi l'esordio ufficiale sulla panchina del Napoli . L'obiettivo è far rendere al meglio questi giocatori che hanno già fatto bene e possono fare meglio.

Crollo ponte Genova, Toninelli: "Inviata a Autostrade lettera con revoca concessione"
Dal punto di vista formale, la revoca della concessione , comunque, è possibile, anche se sicuramente è anche complessa e costosa. La pesante seduta di Piazza Affari ha fatto scendere anche l'indice Ftse Mib a -1,53%, mentre lo spread sale a quota 280 .

Negli ultimi anni, Antonio aveva però aumentato ulteriormente la sua popolarità partecipando frequentemente a Upas e prestando il volto al boss Nunzio Vintariello, nonno del giovane Nunzio Cammarota.

Oltre ai lavori sopra elencati, nel corso degli anni, Pennarella ha confermato la sua cifra artistica di attore trasversale lavorando anche per registi quali Daniele Luchetti, Edoardo Leo, Citto Maselli e Valerio Jalongo. Il suo debutto nelle fiction tv avviene nella miniserie "Una lepre con la faccia di bambina". Pennarella è diventato un voto noto della tv ancora prima di Un posto al sole (in cui è arrivato solo nel 2011): fin dagli anni Novanta è apparso in fiction come "Il maresciallo Rocca", "La squadra", "Provaci ancora prof!", "Capri - La terza stagione", "Il tredicesimo apostolo - La rivelazione", "Squadra Antimafia", "Sotto copertura".

Condividere