SERIE B: a Cosenza non si scende in campo

Condividere

La lotta contro il tempo per prendere praticabile il terreno di gioco dell'impianto bruzio è stata persa. La decisione è stata presa dall'arbitro Fabio Piscopo della sezione di Imperia a causa dele pessime condizioni del terreno di gioco che proprio negli ultimi giorni è stato sottoposto a lavori di manutenzione.

I migliaia erano pronti a spingere i lupi, ma non è stato possibile. Basti pensare che quando le squadre hanno cominciato il riscaldamento non era ancora stato completato il tracciamento delle linee del campo.

Da capire adesso cosa succederà, ma il Cosenza rischia lo 0-3 a tavolino.

L'Uefa gli preferisce Modric, Ronaldo diserta la cerimonia
Cristiano Ronaldo ha disertato la cerimonia dei sorteggi dei gironi di Champions League tenutasi come di consueto al Grimaldi Forum di Montecarlo .

Uomini e Donne, subito scintille tra Tina Cipollari e Gemma Galgani
La ragazza è stata apprezzata soprattutto per aver accantonato la sua storia con Michael De Giorgio . Nuova stagione dei Uomini e donne a partire dal 10 settembre con alcune novità non irrilevanti.

Di Maio invoca il 'danno erariale', Autostrade convoca il cda
Infine, su una foto a Salvini: " Mio padre ha fotografato Mussolini a piazzale Loreto, chissà dove fotograferò io Salvini ". Poi il racconto della visita al ministero per fotografare Di Maio: "Una persona molto civile , saluta: 'Ciao ciao'".

Dopo un tira e molla durato un paio d'ore, non si gioca Cosenza-Verona, valida per la seconda giornata del campionato di Serie B. Lo ha comunicato la società Cosenza calcio, in una nota. Alle ore 18.25 è arrivata infine la comunicazione del club rossoblù, che ha annunciato che la gara non si sarebbe disputata. Si invitano i sostenitori (rimasti fuori dall'impianto in attesa di entrare per più di un'ora, ndr) ad allontanarsi dall'impianto.

E pensare che solo ieri il Sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, dichiarava: "Avremo il terreno di gioco migliore della Serie B. Certamente chiederemo conto di quanto accaduto nelle sedi opportune perché la città di Cosenza merita rispetto".

Condividere