Gli incubi di Sarri: "Ripenso ancora a Fiorentina-Napoli. Per forza"

Condividere

Tantissimi i temi affrontati da Maurizio Sarri nella lunga intervista a Il Mattino. Fiorentina-Napoli? Mi capita di ripensarci. "Sarebbe stato il coronamento di una storia straordinaria, in ogni istante rivivo quei momenti". Ora modifica quella dichiarazione: "Chi sa di sport è consapevole del fatto che abbiamo perso lo Scudetto in albergo".

Il ricordo più amaro di Napoli sono le parole d'accusa di De Laurentiis dopo la gara con il Real al Bernabeu: "Non ho mai snobbato, ho sbagliato solo una partita, quella di andata con il Lipsia, che ci è costata la qualificazione". Nelle parole dell'allenatore c'è ancora grande amarezza per quello scudetto che non è riuscito a regalare a Napoli, nonostante una stagione monstre.

Sarri e Ancelotti si sono scambiati messaggi di in bocca al lupo, ma il tecnico del Chelsea non ha avuto l'occasione di salutare i suoi ormai ex giocatori: "È successo tutto in fretta, voglio dire loro che sono ragazzi straordinari che continuando così potranno riuscire a coronare il sogno sfiorato assieme". Io non ho vinto nulla al Napoli. E' certamente rimasta immutata, invece, la stima reciproca tra lo stesso argentino e Sarri che, approdato ai Blues, lo avrebbe voluto anche a Londra. "Higuain a Napoli è considerato un traditore mentre per me è come un figlio?" "Ho passato tre anni stupendi e se sono andato via è solo per colpa di Aurelio De Laurentiis". Bisogna chiederlo alla società.

Читайте также: Vuelta: nona tappa a King. Yates nuovo leader della corsa

Ero a cena con Pompilio, un collaboratore di Giuntoli, con cui stavo discutendo se restare o no. Abbiamo acceso la tv e abbiamo visto l'ingresso alla Filmauro di Ancelotti. C'erano sia dei motivi per cui volevo rimanere al Napoli sia delle perplessità. C'era una clausola con scadenza 31 maggio. Poi sulla panchina del Napoli è arrivato Carletto Ancelotti e il tecnico toscano si è trasferito al Chelsea in Premier League.

È un Maurizio Sarri al vetriolo quello che parla per la prima volta del Napoli dopo il suo addio. Poteva sicuramente andare diversamente e oggi come oggi, il Napoli avrebbe portato a casa lo scudetto!

Il momento più bello: "Nulla è stato più bello che vincere allo Juventus Stadium". Un'avventura che potrebbe riproporsi in futuro: "Può essere l'obiettivo concludere la carriera al Napoli".

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2021 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Condividere