Chievo-Inter, Spalletti: "Poco cattivi, pari duro da accettare. Mercato? Impossibile migliorarci"

Share

La partita resta in controllo dell'Inter ma in bilico nel risultato, e quando la vittoria ospite sembra ormai archiviata, arriva la torre del centravanti polacco (subentrato a Meggiorini) e l'inserimento del trentanovenne attaccante che brucia Skriniar e De Vrij e fa esplodere il Bentegodi. Sulla spizzata siamo rimasti a guardare e ci hanno presi in infilata. "Abbiamo avuto diverse situazioni, poi da ultimo facevano la sintesi su come giocare, come recuperavano tiravano la palla avanti con l'altro che andava verso la porta". Bisogna lavorare meglio su queste cose, non siamo sempre cattivi come dovremmo essere. Non basta Perisic: "Ci manca un po' di cattiveria nei momenti giusti, siamo una squadra di qualità e dobbiamo portare a casa il risultato". Quello lo fa il carattere, il saper valutare il tipo di pallone. Spiegazioni poi sull'entrata di Lautaro Martinez nel secondo tempo: "L'ho inserito per dare il segnale alla squadra di chiudere la partita". Loro prendevano la palla e la buttavano sulla linea difensiva, in quel momento si deve pulire la respinta di testa se no rimane campo aperto. "Dobbiamo stare attenti nel finale di gara". All'interno dello spogliatoio c'è armonia, i ragazzi stanno bene, per le altre cose se ci sarà qualcosa da dire lo farà la società. Mercato? Noi abbiamo una squadra completa e difficile da migliorare. La partita di Pellissier?

Droni sulla pista dell'aeroporto di Londra-Gatwick: chiuso lo scalo
Le indagini, a cui collaborano anche esperti militari, non hanno ancora portato all'individuazione dei responsabili. Molti voli in arrivo sono stati dirottati verso altre destinazioni in Gran Bretagna e in Europa.

Macaulay Culkin torna nei panni di Kevin per uno spot Google
E l'assistente Google risponde: "Hai in programma un evento: 'la casa tutta per te'". Il 38enne Macaulay Culkin è l'attore protagonista.

De Laurentiis: "Finale di Europa League contro il Chelsea? Meglio una semifinale..."
Che cos'era Higuain? Ha segnato tutti quei gol e ha anche sbagliato rigori che ci hanno fatto perdere una Champions. Sarri? Lo scelsi contro il parere di tutti, un uomo che poi si è rivelato complesso e anche individualista .

Impossibile non tessere le lodi, alla soglia dei 40 anni, per il capitano, ancora decisivo: "Sergio ha una qualità straordinaria, quella di essere professionista, trascina, non molla ci crede fino alla fine, gioca bene con qualsiasi modulo". L'ho sostituito a Ferrara, gli ho detto 'non ti sostituisco più' e oggi non l'ho fatto.

Share