Stati Uniti, scattata paralisi uffici governativi. Trump: Speriamo non a lungo

Condividere

Dopo che la Camera dei Rappresentanti - dove i repubblicani hanno la maggioranza fino al prossimo 3 gennaio, data in cui entreranno in carica i parlamentari eletti lo scorso novembre - aveva accettato di approvare l'inclusione nel bilancio federale del provvedimento voluto da Trump del valore di oltre 5 miliardi di dollari per la costruzione del muro con il Messico, il Senato si è opposto, indicando in soli 1,3 miliardi di dollari le risorse necessarie alla protezione e al controllo del confine meridionale degli Stati Uniti.

Circa 800mila dipendenti federali dovranno interrompere il loro lavoro e non saranno pagati.

Il presidente Donald Trump, che ha rinunciato alle vacanze di Natale mentre la first lady Melania e il figlio minore Barron sono volati a Mar-a-Lago, in un video pubblicato su Twitter ha accusato i democratici di non volere la sicurezza del Paese.

Contestualmente Wall Street affronta la più grave crisi dal 2008: l'indice Dow Jons ha subito il suo tuffo settimanale più profondo dal 2008 e il Nasdaq è ufficialmente in un mercato ribassista.

Chievo-Inter, Spalletti: "Poco cattivi, pari duro da accettare. Mercato? Impossibile migliorarci"
L'ho sostituito a Ferrara, gli ho detto 'non ti sostituisco più' e oggi non l'ho fatto. Bisogna lavorare meglio su queste cose, non siamo sempre cattivi come dovremmo essere.

Inter, truffato Nainggolan: l'assegno clonato svela ingenti perdite al Casinò
Oltre al "vizio" delle serate , quanto riportato da La Stampa e La Gazzetta dello Sport fa emergere il vizio del gioco. Dall'Inghilterra sono sicuri che la Beneamata sia sulle tracce del centrocampista Ozil (ai ferri corti con l'Arsenal).

Cesare Battisti, è caccia all'ex terrorista ma lui è sparito
Il presidente uscente, Michel Temer , ha firmato il decreto per l'estradizione in Italia. In ogni caso "non metteremo 'premi' o 'wanted': lasciamo ai film quella roba lì".

Ma cos'è lo shutdown e cosa comporta?

Blocco di un quarto delle attività federali per mancanza di fondi. "Una convinzione fondamentale che ho sempre sostenuto è che la nostra forza come nazione è inestricabilmente legata alla forza del nostro sistema unico e completo di alleanze e partnership", ha detto riferendosi alla coalizione di 74 nazioni che combatte lo Stato islamico in Siria e Iraq. Chiamatela chiusura democratica, chiamatela come volete.Usciamo, lavoriamo insieme, siamo bipartisan e facciamolo fare.

É la terza volta in un anno che l'amministrazione Trump dichiara lo shutdown. I lavori di Camera e Senato sono stati aggiornati senza che sia stata trovata un'intesa sul bilancio del governo entro il termine fissato per le 24 di venerdì. Altri 380.000 saranno invece mandati a casa, in congedo temporaneo, finché un accordo non verrà trovato. In era Trump quello di oggi non è il primo stop.

Condividere