Ancelotti: "De Laurentiis si fida di me. Il turnover motiva i giocatori"

Condividere

Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, ha rilasciato una lunga intervista al Corriere della Sera: "Dominio Juve problema per il movimento calcistico italiano?" In Serie A c'è una buona qualità di gioco.

"L'ho detto anche ai giovani del Napoli: se tu hai come obiettivo diventare Messi, beh questo percorso è influenzato dalla genetica". L'obiettivo è una squadra che arriva alla fine del campionato lottando. Ora sembra che l'Inter sia sistemata, c'è un progetto chiaro. Direi di no, non abbassa la passione agli altri tifosi per la propria squadra, anzi.

Milano, svaligiata dai ladri la casa di Fabrizio Corona
Festività amare per Fabrizio Corona , ancora una volta alle prese con un furto nella sua residenza milanese. Lei ha aperto la porta ai ladri , ha aperto la cassaforte, ha inscenato un furto che non è mai esistito.

Tsunami in Indonesia: 170 morti, centinaia di feriti VIDEO
L'eruzione era avvenuta il 21 dicembre, e lo tsunami ha colpito l'isola il giorno successivo, alle 21.30 (ora locale). I morti sono almeno 168 , secondo quanto riferito dall'agenzia indonesiana per la gestione dei disastri (BNPB).

Sarri, messaggio a Higuain: "Mi piace moltissimo"
Stavolta c'è Higuain , in crisi con i rossoneri nelle ultime settimane, come perno per far leva sul Chelsea . D'altronde, il Pipita sta attraversando un momento di difficoltà e lo spagnolo ha poco spazio a Londra .

SARRI - "Qua c'era una squadra che aveva un'identità ben precisa, noi cerchiamo di averla un po' più versatile". I campionati li ha vinti chi ha giocato a uomo, chi ha fatto il possesso palla, chi ha fatto il contropiede, chi non faceva ritiro, chi lo faceva. L'abbiamo provata 20 minuti nell'allenamento prima della Fiorentina e basta. Koulibaly insostituibile? Non lo posso negare. Gattuso? E' molto coinvolto, all'inizio è così per tutti. "È un fuoriclasse, faccio più fatica a fare a meno di lui". Che poi parla in questi termini del rapporto che ha con Luciano Spalletti: "È un amico, mi è venuto a trovare a Madrid quando era fermo". Poi capisci che è fondamentale dedicare un po' di tempo a te stesso.

RITORNO AL MILAN - "Se sono stato vicino al ritorno? E poi un'altra volta con Fassone c'è stato un mezzo tentativo, dopo il Bayern". "Mi dà le chiavi della squadra, si fida e io gli sono grato".

Condividere