Ancelotti: "De Laurentiis si fida di me. Il turnover motiva i giocatori"

Share

Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, ha rilasciato una lunga intervista al Corriere della Sera: "Dominio Juve problema per il movimento calcistico italiano?" In Serie A c'è una buona qualità di gioco.

"L'ho detto anche ai giovani del Napoli: se tu hai come obiettivo diventare Messi, beh questo percorso è influenzato dalla genetica". L'obiettivo è una squadra che arriva alla fine del campionato lottando. Ora sembra che l'Inter sia sistemata, c'è un progetto chiaro. Direi di no, non abbassa la passione agli altri tifosi per la propria squadra, anzi.

Giovanni Martorana morto, l’attore de I cento passi trovato senza vita
Conosciuto con il soprannome di " U Saracinu ", è morto a soli 56 anni a causa di un assurdo e terribile incidente domestico. Il suo corpo è stato trovato stamani, riverso per terra nella sua abitazione di contrada Pezzingoli nei pressi di Monreale .

Inter, Spalletti: "Dovevamo chiudere la partita prima, non voglio avanzi di mercato"
La partita di Pellissier? L'ho sostituito a Ferrara, gli ho detto 'non ti sostituisco più' e oggi non l'ho fatto. Noi ogni tanto facciamo delle scelte che sono un po' il contrario di quello che vuole lo scorrimento dell'azione.

Blitz nella notte, liberato il cargo italiano dirottato dai migranti
Lo ha comunicato in una nota la polizia di Essex: "Abbiamo ora tratto in salvo la nave nell'Estuario del Tamigi ". La nave è quindi approdata a Tilbury, nell'Essex, alle 4.20 (5.20 italiane).

SARRI - "Qua c'era una squadra che aveva un'identità ben precisa, noi cerchiamo di averla un po' più versatile". I campionati li ha vinti chi ha giocato a uomo, chi ha fatto il possesso palla, chi ha fatto il contropiede, chi non faceva ritiro, chi lo faceva. L'abbiamo provata 20 minuti nell'allenamento prima della Fiorentina e basta. Koulibaly insostituibile? Non lo posso negare. Gattuso? E' molto coinvolto, all'inizio è così per tutti. "È un fuoriclasse, faccio più fatica a fare a meno di lui". Che poi parla in questi termini del rapporto che ha con Luciano Spalletti: "È un amico, mi è venuto a trovare a Madrid quando era fermo". Poi capisci che è fondamentale dedicare un po' di tempo a te stesso.

RITORNO AL MILAN - "Se sono stato vicino al ritorno? E poi un'altra volta con Fassone c'è stato un mezzo tentativo, dopo il Bayern". "Mi dà le chiavi della squadra, si fida e io gli sono grato".

Share