Napoli-Spal, Ancelotti: "Daremo il massimo, ci aspettano gare importanti. Mercato? A gennaio…"

Share

In attesa di conferme ufficiali sull'operazione, il segnale che arriva dall'ambiente partenopeo è chiaro: volontà di trattenere i migliori e rilanciare la sfida sul piano della competizione, in Italia come in Europa. "Vista la prestazione il pareggio ci poteva stare, dopo il gol subito i ragazzi ci hanno creduto fino alla fine e hanno fatto un grande secondo tempo" esordisce a caldo patron Simone Colombarini. Nella ripresa abbiamo spinto con maggiore convinzione.

Il Napoli, dopo la mancata qualificazione agli ottavi di Champions, ha accusato il colpo e solo nel finale è riuscito a domare un volitivo Cagliari, e contro la Spal giocherà anche con il sostegno del proprio pubblico, cosa non da poco.

Stati Uniti, scattata paralisi uffici governativi. Trump: Speriamo non a lungo
Altri 380.000 saranno invece mandati a casa, in congedo temporaneo, finché un accordo non verrà trovato. Circa 800mila dipendenti federali dovranno interrompere il loro lavoro e non saranno pagati.

Inter, Spalletti: "Dovevamo chiudere la partita prima, non voglio avanzi di mercato"
La partita di Pellissier? L'ho sostituito a Ferrara, gli ho detto 'non ti sostituisco più' e oggi non l'ho fatto. Noi ogni tanto facciamo delle scelte che sono un po' il contrario di quello che vuole lo scorrimento dell'azione.

Droni sulla pista dell'aeroporto di Londra-Gatwick: chiuso lo scalo
Le indagini, a cui collaborano anche esperti militari, non hanno ancora portato all'individuazione dei responsabili. Molti voli in arrivo sono stati dirottati verso altre destinazioni in Gran Bretagna e in Europa.

Il primo regalo sotto l'albero per i napoletani è arrivato, direttamente dal San Paolo: gli azzurri impacchettano tre punti per i loro tifosi in una partita a risparmio energetico prima del cenone natalizio. "C'è del potenziale ancora non espresso al 100%". "Bisognava fare una partita perfetta e per poco non ci siamo riusciti". In questi giorni, cercheremo di combinare l'aspetto lavorativo con quello festivo. "Magari tutti avrebbero bisogno di mettere minuti nelle gambe, ma sono nel Napoli e crescono anche attraverso calciatori con più esperienza". "In questo momento il mercato futuro m'interessa relativamente". Per noi poteva essere un risultato importante poter pareggiare qui, però è andata così. Ma d'altra parte il mestiere che faccio è subordinato a tante altre cose: "le tv richiedono che si giochi e tutti ci adeguiamo, siamo professionisti ed è così che vanno le cose". Il tocco di mano in area della SPAL non considerato? "È cambiata la regola".

Share