La squadra è con il mister, parola di Gattuso

Condividere

Non ci attacchiamo però alla sfortuna, perché per fare gol bisogna essere freddi, e noi non lo siamo. Oggi la mia preoccupazione è la squadra, vengo giudicato dai risultati che non sono soddisfacenti, mi devo assumere le responsabilità e sono pronto a metterci la faccia perché sono il capitano della nave. Sono il primo responsabile di questa barca, le responsabilità sono tutte mie. Se mi sento tranquillo? Quando hai poco tempo questa è la cosa che conta di più. "Nel secondo tempo poi è stata un'altra gara, quel primo tempo mi ha fatto innervosire tanto". La parola amor proprio non è quella giusta ora. Higuain? Quando arrivano tre palle gol, bisogna avere la fortuna e la bravura a buttarla dentro. Qualche dubbio di formazione per l'allenatore rossonero: Calabria e Conti si giocano la maglia da titolare nel ruolo di terzino destro, così come Zapata e Musacchio al centro della difesa; a centrocampo, previsti Castillejo e Calhanoglu esterni, in attacco la coppia Higuain-Cutrone. Detto di Donadoni, c'è anche la possibilità Guidolin - che ha lavorato con Scaroni al Vicenza - oppure Paulo Sousa, sempre che la Roma non arrivi in anticipo.

Ancelotti: "De Laurentiis si fida di me. Il turnover motiva i giocatori"
Gattuso? E' molto coinvolto, all'inizio è così per tutti. "È un fuoriclasse, faccio più fatica a fare a meno di lui". SARRI - "Qua c'era una squadra che aveva un'identità ben precisa, noi cerchiamo di averla un po' più versatile".

Serie C, trova lo stadio chiuso: la Pro Vercelli vince a tavolino
E nessuno ha provveduto a pagare l'affitto dello stadio al Piacenza Calcio. Chiusi i cancelli e chiusi i botteghini. Pro Piacenza molto più indietro a 15.

Francesco Chiofalo: "Ho un tumore al cervello"
Per quanto sia pericolosa questa operazione e per quanto io non la voglia fare, sono costretto, non c'è un'alternativa". Francesco Chiofalo , ex concorrente di Temptation Island , ha appena annunciato di avere un tumore al cervello .

-Preoccupato per la tua posizione? Panchina a rischio? Fa parte del gioco, può succedere agli altri allenatori e può succedere a me. Un risultato inutile per la squadra rossonera, che spreca l'ennesima occasione di tenere la corsa della Lazio. Lo abbiamo regalato ai nostri avversari: non siamo scesi in campo, perdevamo tutti i contrasti. Il problema in questo momento è trovare la tranquillità e farli giocare al massimo, non cambia ritiro o non ritiro, non è quello a farti svoltare.

Condividere