Addio a Marella Agnelli, aveva 92 anni FOTO

Share

Allergica, nonostante il magnetismo che esercitava su una certa stampa, alla cronaca mondana, Marella Agnelli negli anni d'oro del jet set era circondata dai paparazzi e immancabilmente ogni sua uscita era una lezione di stile.

Nonna di otto nipoti, nella sua lunga vita continuò a praticare la fotografia, sua grande passione.

Icona di bellezza e di stile, Donna Marella Agnelli era malata da tempo, ma negli ultimi giorni le sue condizioni peggiorarono drasticamente. Il padre, Filippo Caracciolo Principe di Castagneto, scrittore saggista e diplomatico, alla fine della seconda Guerra Mondiale ebbe l'incarico di Sottosegretario di Governo e successivamente ricoprì la carica di Segretario Generale del Consiglio d'Europa; la madre, Margaret Clarke, nacque nell'Illinois.

Solo successivamente divenne designer di alta moda. Non è un caso che il maestro della fotografia Richard Avedon, osservandola per un ritratto la chiamò "il cigno".

Addio a Marella, protagonista di un'epoca che non c'è più
Non è un caso che il maestro della fotografia Richard Avedon , osservandola per un ritratto la chiamò " il cigno ". Colta, spirito creativo, Donna Marella è stata disegnatrice di tessuti d'arredamenti e anche scrittrice .

Tuttosport e le parole di Wanda: "Icardi non gioca senza fascia? Falso"
Si vocifera di tensioni all'interno dello spogliatoio, dove l'argentino non riveste più il ruolo di capitano. Da lì in poi, si aprirà un nuovo capitolo, legato alla oramai più che possibile cessione estiva .

Paratici: "Dybala ha tutte le doti per diventare una bandiera della Juventus"
E' già successo con Ramsey nel mercato di gennaio, c'era anche l'Inter , poi la Juve ha offerto di più e l'ha preso. RONALDO E MAROTTA - Sull'acquisto di Cr7 Paratici chiarisce: "L'ha voluto la Juve , non un singolo dirigente".

Fotografa e disegnatrice, Donna Marella sposò Gianni nel 1953, a Strasburgo. Il loro matrimonio sembrò quasi inevitabile, tra membri di una stretta cerchia elitaria all'interno della quale i due si scelsero. E' stata vicepresidente della Commissione Nazionale dei Collegi del Mondo Unito e nell'ottobre del 2000 è stata insignita del titolo di Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Appassionata di giardinaggio, Marella Agnelli dagli anni '80 aveva curato la progettazione dei giardini nelle sue dimore, Villa Frescot sulla collina di Torino e Villar Perosa nei pressi di Torino e quella di Marrakech in Marocco. È stata membro dell'International Board of Trustees del Salk Institute di San Diego (California) e dell'International Council of the Museum of Modern Art di New York. E' stata inoltre vicepresidente del Consiglio di Palazzo Grassi a Venezia, nonché presidente de 'I 200 del FAI' di Milano e dell'Associazione degli Amici Torinesi dell'Arte Contemporanea di Torino.

È morta nella sua casa di Torino Marella Agnelli, vedova dell'avvocato Gianni Agnelli.

Share