SpaceX ha lanciato la capsula Crew Dragon verso la Stazione Spaziale Internazionale

Condividere

Il momento cruciale, in particolare, sarà l'attracco automatizzato alla Stazione Spaziale previsto per domani, domenica 3 marzo alle 12 circa italiane.

A bordo c'è Ripley, un manichino che con i suoi sensori ha fornito dati utili sulle sollecitazioni che al momento del lancio potrebbero subire i futuri astronauti che voleranno sulla Crew Dragon.

La Crew Dragon è stata lanciata con successo sabato mattina, alle 8.49 ora svizzera, nel suo volo di prova senza equipaggio. Una volta terminati questi compiti, i tre astronauti caricheranno i materiali da spedire sulla Terra e, il prossimo venerdì, la sganceranno dalla ISS.

Milan, Gattuso: "Il terzo posto? Vietato esaltarsi, mancano ancora 12 finali"
Questo terzo posto è merito di tutti, ho registrato una crescita costante dei miei e non posso che essere soddisfatto. Sarebbe giusto farlo per ciò che stiamo mostrando, ma non basta: serve qualcosa in più" ha proseguito.

Juventus, Cristiano Ronaldo si allena a parte: problemi alla caviglia dopo Bologna
I bianconeri si sono ritrovati nel primo pomeriggio alla Continassa per la seduta d'allenamento dopo due giorni di riposo. A fare il punto della situazione ci ha pensato la stessa Juventus in un comunicato ufficiale.

F1 test Barcellona, Ferrari: "Guasto meccanico, Vettel ok"
Non male nemmeno la Toro Rosso con Daniil Kvyat , considerando che, pur con gomme C4, è dentro a un range di 8 piloti separati tra loro di nemmeno 9 decimi di secondo, tra Vettel 3° e Hulkenberg 10°.

Come già accennato, l'obiettivo del lancio è quello di dimostrare che la Crew Dragon, o Dragon V2 di SpaceX progettata appositamente per la NASA, è in grado di far volare gli astronauti da e verso la Stazione Spaziale Internazionale.

Dopo il ritiro dello Space Shuttle, infatti, la NASA ha dovuto utilizzare le capsule Soyuz russe per inviare i propri astronauti verso la Stazione Spaziale Internazionale, una situazione non certo gradita all'amministrazione americana, soprattutto in una fase di rapporti non proprio amichevoli con il Cremlino. Il nome del manichino è ovviamente un riferimento alla protagonista del film Alien. 'È la prima missione in orbita avviata da una compagnia privata, la SpaceX di Elon Musk, che ha lavorato a stretto contatto con la Nasa per un test che quest'ultima ritiene una pietra miliare nel percorso che porterà l'uomo sulla Luna, su Marte e oltre. Montata in cima ad uno degli ormai famosi razzi Falcon 9 di SpaceX, la nuova capsula è decollata alle 2:49 del mattino dal John F. Kennedy Space Center di Cape Canaveral, per poi raggiungere lo spazio solo 11 minuti dopo.

Demo-1 è frutto di un corposo investimento da parte della NASA chiamato Commercial Crew Program, che mira a ripristinare la capacità della NASA di lanciare autonomamente astronauti nello Spazio, senza l'appoggio della Russia.

Condividere