'Project xCloud non sostituirà le console', parola di Microsoft

Condividere

L'obiettivo è di venire in soccorso degli sviluppatori, e di facilitare loro la vita in termini di accesso agli strumenti.

Microsoft ha inoltre annunciato 5 nuovi servizi PlayFab, ora disponibili in preview.

Project xCloud, la piattaforma di cloud gaming creata da Microsoft, non sostituirà le console Xbox: lo ha assicurato Kareem Choudhry, chief vice-president della divisione Gaming Cloud per la casa di Redmond. Ha anche sottolineato che il servizio non è "un sostituto" delle console. La società evidenzia come l'utente potrà, con xCloud, decidere di avviare una campagna single-player su una console, per poi proseguirla da un'altra postazione, o giocare in mobilità, o continuare il gioco in un'altra stanza quando la TV del salotto è occupata.

'Project xCloud non sostituirà le console', parola di Microsoft
'Project xCloud non sostituirà le console', parola di Microsoft

Su Microsoft Store, intanto, è stata aggiunta la nuova versione di Wireless Display che permette di fare lo streaming di applicazioni Windows PC e Android su Xbox One.

Mentre finora era possibile effettuare soltanto il percorso inverso, adesso, se lo volete, potete giocare titoli da piattaforme PC come Steam sulla console.

Federer senza problemi nel derby svizzero, battuto Wawrinka — ATP Indian Wells
Avanza in tabellone anche John Isner, il numero 9 del ranking mondiale lascia due soli game all'australiano Alexey Popyrin battuto 6-0, 6-2.

F1, morto direttore gara Charlie Whiting - Ultima Ora
Secondo quanto reso noto dalla Federazione internazionale (Fia) il 66enne Whiting è stato vittima di un'embolia polmonare . Ha iniziato la sua carriera in F1 nel 1977 lavorando nel team Hesketh , poi negli anni '80 alla Brabham .

Atalanta, Gasperini: "Non sono orgoglioso dell'esempio dato"
La scena, a cui ha assistito un assistente dell'arbitro, è stata commentata così da Gasperini: "Una sceneggiata folle ". Parole che sono state riportate dal club orobico sul proprio sito ufficiale e sui social network.

Condividere