Notre-Dame: Disney dona 5 milioni di dollari

Condividere

Non a caso, l'opera architettonica è stata spesso riprodotta in film e addirittura videogiochi ambientati nella capitale francese: non sorprende quindi che, alla raccolta fondi per la ricostruzione, abbiano partecipato con grosse donazioni anche la Disney e Ubisoft. Nella cattedrale parigina è ambientato un classico Disney, Il gobbo di Notre Dame, del 1996, ispirato al romanzo di Victor Hugo Notre Dame de Paris. Walt Disney supporta gli amici e i vicini della comunità, offrendo un sostegno dal cuore così come 5 milioni di dollari di donazione per la ricostruzione di questo insostituibile capolavoro. L'azienda di Topolino ha deciso di donare 5 milioni di dollari come aiuto per la ricostruzione della cattedrale.

L'incendio che ha devastato la cattedrale di Notre Dame a Parigi ha scosso l'opinione pubblica e generato un moto di grande solidarietà nei confronti dei cittadini francesi, oltre che di grande dolore per la semi-distruzione di uno dei simboli della cultura europea.

Juve fuori dalla Champions, le parole a caldo di Agnelli
All'andata, alla Johan Cruijff Arena, è finita 1-1: a Cristiano Ronaldo ha risposto David Neres . Il vantaggio dei bianconeri dura però appea sei minuti.

Yanis Varoufakis: Salvini è il prodotto della Depressione
L'ex ministro delle Finanze greco, candidato alle europee con DiEM25, ha paragonato il ministro degli interni italiano a Hitler e Mussolini .

Libia, Di Maio non condivide la chiusura dei porti
Poi non nego che ci sono delle differenze enormi tra il M5Se la Lega , ad esempio anche sul 25 Aprile . Il Governo la sta monitorando giorno dopo giorno . "Col menefreghismo non andiamo da nessuna parte".

Costruita nella parte orientale dell'Île de la Cité, in un'area dove anticamente sorgeva un tempio pagano, la costruzione della cattedrale di Notre-Dame, in pieno stile gotico, venne portata a termine nel 1182, venendo più volte restaurata nei secoli successi e, inoltre, diventando anche oggetto di contesa tra lo Stato francese e la Chiesa.

Condividere