Rider fanno nomi vip, le aziende: 'Sconcertati da minacce'

Condividere

I clienti non lasciano le mance e i rider si vendicano pubblicando la lista nera con tutti i nomi dei vip taccagni, da Chiara Ferragni e Fedez a Icardi e Wanda Nara.

Con tanto di minacce: "Ricordatevi sempre una cosa clienti: entriamo nelle vostre case, vi portiamo il cibo e qualsiasi altra cosa vogliate, praticamente a tutte le ore del giorno, siamo in strada sotto la pioggia battente o sotto il sole cocente, senza assicurazione. Sappiamo cosa mangiate, dove abitate che abitudini avete", scrivono i rider.

"Inutile dire che questi personaggi famosi vivono in quartieri residenziali extralusso o nel centro delle città e che è significativo riscontrare come sia più facile ricevere la mancia se si consegna in zone popolari o in quartieri periferici, piuttosto che in distretti o in civici fighetti e più pettinati", si legge nel post di denuncia sui social. La lista, concludono, verrà aggiornata in tempo reale e pubblicata, citiamo ancora, "quando necessario".

Читайте также: Dl Crescita, "Salva Roma": ancora tensione tra Lega e CinqueStelle

Le richieste: diritti, non tassazione della mance, indennità di cassa per i pagamenti in contanti Nel post io collettivo chiede diritti: "non possiamo più prescindere dall'avere diritti sindacali, #reddito incondizionato, salario minimo e una previdenza sociale adeguata". "Invitiamo tutti i nostri colleghi a mandarci altre segnalazioni". "Se vogliamo vivere il nostro futuro occorre anche un upgrade nei diritti!" fanno sapere tramite il comunicato Facebook.

Un servizio sicuramente utile per il consumatore finale, ma che ha suscitato nel tempo diverse critiche da parte dei riders, ovvero coloro che in sella ad una bici o ad una moto devono effettuare le consegne rispettando le tempistiche, affrontando l'eventuale brutto tempo e accontentandosi spesso di contratti di lavoro discutibili. Vip o meno. Perché si tratta comunque di elementi che mettono in luce dati sensibili dei clienti. Sembra una protesta di ragazzini che vogliono occupare il liceo, non di professionisti. In realtà l'intento non sembrerebbe attaccare direttamente i vip "dalla mancia stretta", bensì usare questi dati contro le aziende: "Se non volete parlare con noi, confrontarvi con le nostre rappresentanze autonome e i gruppi organizzati che sono in stato di agitazione sindacale permanente, questo è il futuro che vi aspetta: noi produciamo i dati, noi conosciamo i vostri punti deboli e non esiteremo ad usarli contro di voi". Ma è anche trasparenza dei conti nelle aziende dell'economia digitale. "Vi rendete conto del delirio in cui ci troviamo?".

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2021 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Condividere