Province:Salvini,5S si mettano d'accordo con se stessi

Condividere

Ma la proposta, oltre a rianimare le elezioni provinciali abolite nel 2014, fa di più.

Una bozza per la riforma della maggioranza in cui emerge nuovamente il ritorno di consiglieri ed elezioni. "Gianroberto diceva che quando c'è un dubbio, non c'è nessun dubbio, soprattutto quando ci sono di mezzo la mafia e la corruzione", dice Luigi Di Maio sul blog delle stelle. "L'Italia ha bisogno di efficienza e snellimento, non di enti inutili e costosi".

Nuovo scontro tra Lega e M5S, questa volta sulle province.

Roma, Ranieri: ?La partita più bella. Conte? Andrei a prenderlo all?aeroporto?
Tre gol, tre punti, e la corsa al quarto posto continua. "Io guardo al bene della Roma , non a me stesso, se si parla di Antonio tanto di cappello, lo vado a prendere all'aeroporto".

Benzina alle stelle In autostrada 2 euro a litro
Dopo l'inasprimento delle sanzioni Usa all'Iran e le tensioni in Libia , le quotazioni del greggio e quindi dei prodotti petroliferi sono in netto rialzo .

Di Maio a Taranto, scontro con le associazioni ambientaliste
Una delle quali è quella di Carla Lucarelli , mamma di Giorgio di Ponzio , il 15enne di Taranto morto di tumore a gennaio. E la solita presa in giro , ora ci sono le europee ed è venuto a fare passerella .

"La Provincia ha un presidente, eletto a suffragio universale dai cittadini dei Comuni che compongono il territorio provinciale, coadiuvato da una giunta da esso nominata - si legge nel testo riportato da Il Sole 24 ore -". L'italia ha fin troppi problemi a cui pensare e non aggiungiamone altri. E i fatti sono chiari. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato. "Io non ho tempo per litigare, c'e' il contratto, vado avanti come un treno". Fonti M5s spiegano: "Non si può discutere sempre su ogni cosa. Semmai è più facile che ci siano tanti disservizi, con le scuole che cadono e le strade con le buche". "L'importante e' mettersi d'accordo". Il ministro dice una cosa e il suo vice sostiene l'opposto": "l'attacco arriva dal collega di governo Matteo Salvini. Stanno trattando Siri come il mostro di Firenze, quando nei suoi confronti non esiste un solo atto concreto. Sulle Province il punto è chiaro: noi vogliamo tagliarle. Questo è il governo del cambiamento: diminuiscono i posti di lavoro, aumentano le poltrone. Di diverso avviso il capogruppo del M5s al Senato, Stefano Patuanelli. "Se Conte me ne presenta uno sono disposto a discuterne". E bisogna tagliare anche gli stipendi dei parlamentari. Queste sono misure e idee concrete. La vicenda aveva fatto discutere, visto che Salvini aveva criticato i governi precedenti per averle tolte, mentre la posizione del Movimento 5 Stelle era opposta. Con la Lega abbiamo già fatto tanto, lavorando anche bene. Ormai non piu' neanche una rissa quotidiana: "e' un duello rusticano fra ex alleati di un ex governo che resta in carica incapace perfino di occuparsi degli affari correnti". Lo ha detto il leghista Claudio Borghi, presidente della commissione Bilancio della Camera.

Nel centrosinistra, invece, cresce il Partito democratico che sale dal 21,5 al 22 per cento tallonando, così, il MoVimento 5 Stelle.

Condividere