Calciomercato Juventus, Romero 'annunciato' da Preziosi: "Andrà ai bianconeri"

Condividere

"Non ci sono le code fuori, do il mandato a loro". Dopo le tante voci degli ultimi mesi ad annunciarlo, intervenendo ieri su 'Primo Canale', è stato direttamente il presidente del Genoa.

Queste le sue dichiarazioni: "Sapete tutti che c'è una trattativa avviata, andrà alla Juventus. La vendita di Piatek e quella di Romero - ammette il patron del club rossoblu - metteranno a posto definitivamente i conti della società". Alla finale di Viareggio c'è stato un gruppo di ultras che ha cantato 'la mamma di Preziosi è.'. "La cessione di Piatek dal punto di vista societario è stata una mossa giustissima". "E, comunque, se posso essere criticabile sul piano sportivo, devo ricordare che dal 2003 ad oggi la famiglia Preziosi ha messo centinaia di milioni di euro, e non di lire, nel Genoa".

"Gomorra 4", gran finale ma o Maestrale non si rivela
Il pubblico deve dire addio a Patrizia Santoro, uccisa da Gennaro "Genny" Savastano , nella dodicesima e ultima puntata. Le sceneggiature di Gomorra - La serie sono di Leonardo Fasoli , Maddalena Ravagli , Enrico Audenino , Monica Zapelli .

Milan, Bakayoko fa ritardo in allenamento: Gattuso infuriato manda tutti in ritiro
Tante parole spese su unità d'intenti, compattezza e gruppo al di sopra di tutto e tutti, per agguantare ancora il quarto posto . Ma non solo, perché l'ex ct dell'Italia potrebbe ricevere proposte interessanti da PSG, Manchester United e Bayern Monaco.

Cristian Imparato e Guendalina Tavassi: è stata sfiorata la rissa
Un atteggiamento che ancora una volta ha infastidito molti telespettatori che vogliono vedere Francesca fuori dalla casa . Nel corso del tempo si potrà cambiare anche idea e per questo il sondaggio può essere rivotato.

"Il Genoa è una società sanissima, entro quest'anno non avremo alcun debito verso l'erario". Le plusvalenze sono necessarie ho visti di 90 milioni e entrate di 55 non si può fare altro. "A Pasqua abbiamo avuto un confronto, è giusto che la società faccia le verifiche quando la squadra vacilla, ma non siamo scesi in profondità sul futuro perché dobbiamo conquistare la salvezza, poi ci sarà tempo per pianificare la prossima stagione".

Il discorso vira poi sulla contestazione di una parte dei tifosi: "Ci sono anche dei delinquenti nella tifoseria". "Anche se - ha puntualizzato - non è corretto identificare una tifoseria in quei mille o cinquemila che contestano". Non vengo allo stadio perché ho la scorta della digos, non voglio mettere in difficoltà nessuno, certo comportamenti contro fine sono inaccettabili.

Condividere