In mostra a Vinci una ciocca di capelli del grande Leonardo

Condividere

Si celebra oggi, e proseguirà nei prossimi mesi in tutta Europa il cinquecentenario della morte del Genio toscano Leonardo da Vinci. Quella della tv pubblica transalpina France 2, che ha definito "un genio francese" Leonardo da Vinci, è stata un'uscita inaccettabile che ovviamente ha scatenato una ridda di polemiche. A renderla nota è il Tg2.

Cinquecento anni fa, il 2 maggio del 1519, si spegneva presso il Castello di Clos-Lucé a Cloux nei pressi di Amboise, all'età di 67 anni, il grande Leonardo Da Vinci.

I francesi avranno dei ricordi confusionari. A rendere onore al da Vinci anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, insieme ad Emmanuel Macron, farà visita alla sua tomba nel castello reale e alla Clos Luce, la sontuosa casa padronale in cui Leonardo visse e morì.

Procura Figc acquisisce video su Ranieri
In conferenza stampa ha parlato Claudio Ranieri , a cui - tra le tante domande - è stata fatta una domanda quantomeno particolare. Altrimenti diventano offensive nei confronti di una società, come la Lazio , che queste cose non le merita.

Da Lugano i soldi di Berlusconi per il silenzio di Ruby
Lo riporta il Fatto Quotidiano. 400mila euro trasferiti da Lugano a Playa del Carmen in Messico. La rogatoria svela che i versamenti sono due: uno da 300mila euro, l'altro da 60mila euro.

Siamo fuori dalla recessione (Pil +0,2%). Di Maio: "Avanti come un treno"
Dopo il doppio rimbalzo della produzione industriale a gennaio e a febbraio , era nell'aria. La crescita del Pil italiano nel I° trimestre del 2019 è pari a +0,2 per cento.

Il giorno dopo, un tweet del Ministro della Cultura francese, Franck Riester, celebrava la riconciliazione grazie alla cultura, dicendo che finalmente gli Italiani avevano acconsentito al prestito al Louvre dell'Uomo vitruviano e e dell'autoritratto di Leonardo, opere in precedenza bloccate dal governo di Roma.

Apprendiamo da Mario Ajello del Messaggero che "Mattarella e Macron incontreranno anche 500 giovani francesi ed italiani impegnati in laboratori umanistici e scientifici guidati, rispettivamente, da Renzo Piano, Alessandro Baricco, Samantha Cristoforetti e Thomas Pesquet, Fabiola Giannotti e Gabriel Chardin".

Condividere