Palermo, Procura Figc chiede retrocessione in C e radiazione per Zamparini

Condividere

Purtroppo, come ampiamente previsto in questi giorni, la Procura federale per bocca del procuratore Pecoraro e del suo aggiunto Chinè, ha ufficializzato la richiesta di retrocessione in serie C per il club rosanero, accusato di illeciti amministrativi.

In Serie B si va oltre quello che accadrà sabato sul campo.

Zingaretti, nessun dialogo tra Pd e M5s
Il Governo non cadrà nonostante la dialettica al suo interno sia diventata forte. Nel pomeriggio, invece, Zingaretti torna sull'argomento.

Agente dei servizi segreti italiani trovato morto a Parigi
Il funzionario di Palazzo Chigi è stato trovato morto riverso a terra con una ferita sanguinante sotto il mento . Ufficialmente si trovava nella capitale francese per seguire un corso di lingua .

È nato il royal baby, Harry: "Sono orgoglioso di Meghan"
La popolarità della coppia è palese. "Volevo quindi condividere questo momento con tutti", ha aggiunto il Duca. All'epoca dell'intervista Meghan aveva da poco divorziato con il suo primo marito Trevor Engelson .

Incredibile quanto sta accadendo al Palermo, che tra poche ore potrebbe festeggiare la promozione in Serie A, ma che da un momento all'altro potrebbe ritrovarsi in Serie C. Preludio all'ennesima estate calda del nostro calcio. Nessuna richiesta subordinata, però: in mattinata si era parlato di un'eventuale richiesta alternativa di penalizzazione di 15 punti, che non si è concretizzata. È questo il volere della Procura della FIGC, che al Tribunale federale nazionale ha respinto la difesa dei legali del Palermo, convinti dell'inammissibilità del procedimento. Due anni richiesti anche per l'ex presidente del Collegio sindacale Giovanni Giammarva e per l'ex presidente del CDA Giovanni Giammarva. Ammesso anche il Benevento all'udienza come parte interessata. La squadra di Delio Rossi, a una partita dalla fine del campionato, è terza a un punto dal Lecce.

Capitolo Zamparini. Nei confronti dell'ex patron, con riferimento alle stagioni 2014-2017, l'accusa è di illecito amministrativo e la richiesta di pena è la seguente: cinque anni di inibizione con richiesta di radiazione.

Condividere